Autore Topic: malattia di Lyme (che si prende non sessualmente e si può trasmettere sessualmen  (Letto 2581 volte)

Prevenzione MTS + HIV

  • Full Member
  • ***
  • Post: 103
  • Medico pensionato
    • Mostra profilo
goodmenproject.com
Di conseguenza si rende necessario il condom anche nelle coppie monogamiche. La prima infezione può avvenire quando si è morsi da una zecca (in modo non
sessuale quindi; ma tuttavia anche in coppie monogamiche uno dei due partners può infettare l'altro/a con rapporto sessuale.(mediante lo sperma o il secreto vaginale). La Prevenzione comporterebbe l'uso del condom anche in coppie fisse monogamiche.  Le zecche morsicano o pungono persone
 che attraversano i boschi, dove sono presenti le Zecche, usare il condom normale o il femidom quando ci si unisce sessualmente. La diagnosi è di laboratorio e la lesione genitale assomiglia e può essere scambiata con un Herpes genitale. Responsabile della malattia è un batterio , della famiglia delle Spirochete (simile cioè al batterio responsabile della sifilide). Ovviamente quindi la Terapia sarà Antibiotica.  La Diagnosi Differenziale si pone con L'Herpes Genitalis, e avviene in genere dopo 2 anni che è stata fatta una Diagnosi Herpes Genitalis, curato come tale, invano. Infatti l' Herpes è un virus , e una Terapia Anti-Virale non ha
nessuna efficacia contro i Batteri.
Dopo il testo inglese, nel tread successivo, segue la traduzione in italiano.
Monogamous? This STD Doesn’t Care
OCTOBER 7, 2014 BY MELISSA WHITE 14 COMMENTS


There’s a new STI on the rise, and here’s what you need to know about Lyme Disease. Yes, Lyme Disease.
________
If there were a new sexually transmitted infection (STI, aka STD) on the rise — say, one that was an unexpected concern, especially to monogamous couples — when would you want to know about it?
Say, when it’s a scientifically proven possibility with mounting evidence — even if it took three to five years before it could be officially confirmed?
And when would you expect government and medical organizations such as the Centers for Disease Control and Prevention (CDC) and the Infectious Diseases Society of America (IDSA) to share this information with you? At what point does a serious potential threat warrant disclosure?
Finally, to what extent and at what point should doctors inform patients? When does it become their responsibility to do so?
It’s important to note that this potential new STD may initially be transmitted even without sexual contact. Your partner may pick it up from a tick in the woods — or be born carrying it. And while currently a “silent” epidemic, the numbers of cases have been climbing so rapidly that it won’t be kept under the radar for much longer.
Perhaps most alarming is the lack of a reliable test or conclusive go-to cure for this infection. Also, with over 300,000 new cases a year in the United States alone, a global epidemic is perhaps already underway.
In fact, leading researchers are likening it to the HIV/AIDS epidemic of the 1980s, due to similar rapidly rising infection rates, as well as a widespread lack of comprehensive testing and treatment. Many conclude that a majority of those infected do not get properly diagnosed until years after contracting it, when chronic stages have already set in.
The infection gains traction in the body in much the same way syphilis does. Also, like syphilis, the symptoms of the infection are so varied that it has been called “the great imitator”, making it perhaps the most complicated, multilayered infectious disease today. Some researchers, such as Dr. Raphael Stricker, are proposing a nationwide HIV-style “Manhattan Project” in which a uniform standard of testing is established and long-term treatment is the norm.
Commonly known as Lyme disease (aka Borrelia burgdorferi), you might assume this potential sexually transmitted infection (STI) can only afflict those bitten by a tick. Sadly, it may be time to ditch that notion. Emerging information indicates that, if you are having unprotected sex at all — even in a monogamous relationship — you’re at risk of infection.
Lyme symptoms have often been dismissed as stress or aging. They include fatigue, joint pains, muscle aches, headaches and flu-like symptoms. However, left untreated, the infection can travel to the nervous system, dwell in your tissue, and mimic chronic illnesses such as arthritis, paralysis, epilepsy or even Alzheimer’s disease. In fact, the International Lyme and Associated Diseases Society (ILADS) suggests that Lyme should be considered in diagnoses of chronic fatigue syndrome, fibromyalgia, multiple sclerosis, Lou Gehrig’s disease, Parkinson’s disease and many other multi-system illnesses.
The work of Lyme-aware healthcare providers is being hampered by faulty testing and an outdated treatment protocol. As if that wasn’t enough, these professionals are also up against a medical community and agencies that seem rather averse to examining the rise of Lyme infection, with many institutional leaders clinging to the dangerous, antiquated notion that chronic Lyme doesn’t even exist. The status quo is making it incredibly difficult for severely ill patients to receive the treatment they desperately need.
♦◊♦
I’ve interviewed many leading Lyme literate doctors and researchers, including microbiologist Marianne Middelveen and internist Raphael Stricker. Both are involved with the most recent study investigating Lyme as an STI.
For practitioners like Dr. Christine Green on the boards of ILADS and LymeDisease.org, it is important to assume patients wish to be fully informed:
I inform my patients that it is possible Lyme disease could be sexually transmitted as the bacteria has been found in sexual fluids. But I inform them that proving transmission has not been done, possibly because it is not sexually transmitted or possibly because those studies are expensive, controversial or/and we do not have an agreed upon test that confirms active Lyme.
On the other hand, I have been shocked to learn that it’s common practice to not discuss new research findings about Lyme in order to avoid fear and recrimination. Until more large-scale peer reviewed studies are published, some doctors simply disregard the latest findings.
Unfortunately, despite mounting evidence seen by doctors in their own practices, even leading Lyme organizations are hesitant to suggest barrier methods as a precaution.
Yet all of the above offers merely a glimpse of just how difficult it is to battle Lyme disease. People living with Lyme often have to navigate medical settings in which mainstream doctors subscribe to the myth that Lyme is “hard to catch, easy to treat”.
Those affected are forced to do their own research. According to ILADS, the average Lyme patient sees five doctors within 2 years before being properly diagnosed. The CDC surveillance criteria used for diagnosis of Lyme are so insensitive that they miss more than half of patients with the tick borne illness.
♦◊♦
After watching Under Our Skin (2009), an award winning documentary investigating Lyme as one of the most serious,controversial modern-day epidemics, I recognized that the stories of people living with Lyme need to be more widely shared. I have now heard from hundreds of people around the world living with chronic Lyme.
Most have been misdiagnosed due to false negative Elisa testing or doctors simply not considering Lyme. Many don’t recall a tick bite or telltale bullseye rash (in fact, the ILADS reports that fewer than 50% of Lyme patients recall being bitten by a tick); also, many are convinced they’ve transmitted the infection to their sexual partner or vice versa.
Joanne, who travels to Belgium from the Netherlands to see her doctor, strongly feels she transmitted the infection to her partner and expressed relief that her doctor informed her about this mode of transmission:
I am personally really glad my doctor said it is likely to be an STD. Because of this I had my boyfriend tested right away when I found out I had Lyme. He’s now also receiving treatment and is recovering much faster. With Lyme, the earlier you discover it, the better your chances of recovery, so no, I wouldn’t wait.
Barbara* has a story like so many Americans. Her infection wasn’t detected until many years after transmission:
I may have sustained a tick bite in 2008, but the circumstances were such that I brushed the incident off. I never had a bullseye rash. Lyme wasn’t identified until 2014 (after a year trying to find a diagnosis that explained my symptoms). Although Lyme crossed my mind my initial test was negative. My treatment might have been completely different if I had known and understood what IS NOT KNOWN about Lyme. I might have sought aggressive treatment for the tick bite, not ignored it. I might have been able to protect my husband who now also has Lyme.
Desi lives in Europe, and like Joanne, travels to Belgium to meet with her physician:
There are too many people with Lyme at the moment, it cannot only come from a tick bite anymore. Whole families are infected with Lyme. Including my family and my husband. I have Lyme. My husband never had a tick bite but had a positive test. He also has Lyme disease because of me. I think every practitioner has to tell their patients it’s sexually transmitted, there needs to be more information told about it.
According to Dr. Stricker and Ms. Middelveen, researchers of the 2014 study on Lyme as an STD, it was suggested over a decade ago already that Lyme disease could be sexually transmitted because the Lyme bacteria, called a spirochete, shows activity similar to the syphilis spirochete. Yet not until 2014 did research findings compellingly suggest this type of transmission may be possible in humans.
“It would certainly explain why the disease is so common,” Dr. Stricker stated in our phone interview. “This is a big game changer”, Stricker said. “It would mean we should no longer think of Lyme based on geographical high risk zones.”
Just this week, a woman diagnosed with genital ulceration was linked to Lyme disease for the first time. Based on a recently released abstract, it is now a possibility that women with Lyme are being misdiagnosed with genital herpes.
In our interview, Dr. Sticker said a more comprehensive study of sexual transmission of Lyme disease is currently underway. He is hopeful this will offer more conclusive results regarding how this epidemic is spreading at such a rapid rate.
Given all the uncertainties with Lyme, prevention is more important than ever. We know condoms will be the most effective way to protect against its spread as an STI. Drawing from what people living with Lyme have voiced, my personal opinion is that if there is any chance whatsoever that Lyme could be sexually transmitted — and the evidence is rapidly increasing — more people need to be made aware of this possibility.
Everyone has the right to choose how they protect themselves and their partners. This is not about inciting panic or stigma. It is about encouraging an up-to-date public discussion regarding Lyme. It’s about allowing people an informed choice. And finally, for safer sex educators, it’s about informing people on how they can enjoy sex and remain infection free, and for those who are infected, how to best protect their partners.
*Some names are changed, at patient request, to protect privacy.
_________
Want the best of The Good Men Project posts sent to you by email? Join our mailing list here.
- See more at: http://goodmenproject.com/featured-content/monogamous-std-doesnt-care-shesaid/#sthash.eLTfnIfc.dpuf
« Ultima modifica: Ottobre 11, 2014, 10:01:29 am da Prevenzione MTS + HIV »
Prevenzione MTS + HIV
= (Sandro Prada)

Prevenzione MTS + HIV

  • Full Member
  • ***
  • Post: 103
  • Medico pensionato
    • Mostra profilo
Cliccando sul link in fondo al testo inglese, lo ritrovate dalla sua Fonte, con l'illustrazione di un condom (un probabile Femidom, per estrarlo, a rapporto sessuale ultimato). Questa traduzione viene da me fornita utilizzando http://translate.google.com e deve ancora essere corretta.


Monogamo? Questo STD non si preoccupa
7 ottobre 2014 da Melissa BIANCO 14 COMMENTI

C'è una nuova STI= Sexual Trasmitted Desease = una MTS in aumento, e questo è quello che c'è da sapere sulla malattia di Lyme. Sì, malattia di Lyme.
________
Se ci fosse una nuova infezione a trasmissione sessuale (STI, aka STD) in aumento - per esempio, quella che era una preoccupazione inaspettato, soprattutto alle coppie monogame - quando si vorrebbe sapere?
Dire, quando si tratta di una possibilità scientificamente provato con prove di montaggio - anche se ci sono voluti tre a cinque anni prima di poter essere ufficialmente confermata?
E quando ci si può aspettare il governo e le organizzazioni mediche come i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) e le malattie infettive Society of America (IDSA) per condividere queste informazioni con voi? A che punto fa un serio potenziale divulgazione mandato di minaccia?
Infine, in quale misura e in quale momento devono informare i pazienti dei medici? Quando non diventa la loro responsabilità di farlo?
E 'importante notare che questo potenziale nuovo STD può inizialmente essere trasmessa anche senza contatto sessuale. Il vostro partner potrebbe raccoglierlo da un segno di spunta nel bosco - o essere nati trasporto. E mentre attualmente un'epidemia "silenziosa", il numero di casi sono stati salendo così rapidamente che non sarà tenuto sotto il radar per molto più tempo.
Forse la cosa più allarmante è la mancanza di un test affidabile o conclusivi go-to per curare questa infezione. Inoltre, con oltre 300.000 nuovi casi l'anno nei soli Stati Uniti, un'epidemia globale è forse già in corso.
In realtà, i principali ricercatori sono paragonandolo a l'epidemia di HIV / AIDS degli anni 1980, a causa di tassi di infezione in rapido aumento analoghe, nonché una diffusa mancanza di test di controllo e di trattamento. Molti concludono che la maggioranza delle persone infette non ottenere correttamente diagnosticata fino a quando anni dopo aver contratto, quando le fasi croniche hanno già impostato in.
La trazione guadagni infezione nel corpo più o meno allo stesso modo in cui lo fa la sifilide. Inoltre, come la sifilide, i sintomi dell'infezione sono così varie che è stato chiamato "il grande imitatore", il che rende forse il più complicato malattia infettiva, multistrato oggi. Alcuni ricercatori, come il Dr. Raffaello Stricker, propongono una nazionale HIV-style "Progetto Manhattan", in cui è stabilito uno standard uniforme di test e di trattamento a lungo termine è la norma.
Comunemente conosciuta come malattia di Lyme (aka Borrelia burgdorferi), si potrebbe supporre questo potenziale infezioni a trasmissione sessuale (STI) può affliggere solo quelli morso da una zecca. Purtroppo, potrebbe essere il momento di abbandonare tale nozione. Informazioni emergenti indicano che, se si hanno rapporti sessuali non protetti a tutti - anche in una relazione monogama - sei a rischio di infezione.
I sintomi di Lyme sono stati spesso liquidato come stress o all'invecchiamento. Essi comprendono affaticamento, dolori articolari, dolori muscolari, mal di testa e sintomi simil-influenzali. Tuttavia, non trattata, l'infezione può viaggiare per il sistema nervoso, dimorare nel vostro tessuto, e mimare malattie croniche come l'artrite, paralisi, epilessia o anche morbo di Alzheimer. In realtà, il Lyme internazionale e malattie associate Society (ILADS) suggerisce che Lyme dovrebbe essere considerata in diagnosi di sindrome da stanchezza cronica, fibromialgia, sclerosi multipla, morbo di Lou Gehrig, malattia di Parkinson e molte altre malattie multi-sistema.
Il lavoro di operatori sanitari Lyme-aware è ostacolato da difettoso test e un protocollo di trattamento obsoleto. Come se ciò non bastasse, questi professionisti sono anche contro una comunità medica e le agenzie che sembrano piuttosto contrari a esaminare l'ascesa di infezione di Lyme, con molti leader istituzionali aggrappato al pericoloso, nozione antiquata che Lyme cronica non esiste nemmeno . Lo status quo sta rendendo estremamente difficile per i pazienti gravemente malati per ricevere il trattamento di cui hanno disperatamente bisogno.
♦ ◊ ♦
Ho intervistato molti leader Lyme medici e ricercatori letterati, tra cui microbiologo Marianne Middelveen e internista Raffaello Stricker. Entrambi sono coinvolti con il più recente studio indagando Lyme come un STI.
Per i praticanti come il Dr. Christine verde sulle tavole di ILADS e LymeDisease.org, è importante assumere i pazienti desiderano essere pienamente informati:
Informo i miei pazienti che è possibile la malattia di Lyme può essere a trasmissione sessuale, come i batteri è stato trovato nei fluidi sessuali. Ma io li informa che la trasmissione dimostrando non è stato fatto, forse perché non si trasmette sessualmente o forse perché questi studi sono costosi, controversi o / e che non hanno un concordato prova che conferma attiva Lyme.
D'altra parte, sono stato scioccato di apprendere che è pratica comune a non discutere le nuove scoperte della ricerca circa Lyme al fine di evitare la paura e recriminazione. Fino al più pari larga scala studi esaminati sono pubblicati, alcuni medici semplicemente ignorano le ultime scoperte.
Purtroppo, nonostante le prove di montaggio visto dai medici nelle loro pratiche, anche le principali organizzazioni di Lyme sono riluttanti a suggerire metodi di barriera per precauzione.
Eppure tutte le offerte di cui sopra solo un assaggio di quanto sia difficile combattere la malattia di Lyme. Persone che vivono con Lyme spesso devono navigare impostazioni mediche in cui i medici tradizionali sottoscrivono il mito che Lyme è "difficile da catturare, facile da trattare".
Le persone colpite sono costretti a fare la propria ricerca. Secondo ILADS, il paziente medio Lyme vede cinque medici entro 2 anni prima di essere correttamente diagnosticata. I criteri di sorveglianza CDC utilizzati per la diagnosi di Lyme sono così insensibili che mancano più della metà dei pazienti con il segno di spunta a carico malattia.
♦ ◊ ♦
Dopo aver visto sotto la nostra pelle (2009), un premiato documentario indagando Lyme come una delle più gravi epidemie, controversi di moderno-giorno, ho riconosciuto che le storie di persone che vivono con Lyme devono essere più ampiamente condivise. Ora ho sentito da centinaia di persone in tutto il mondo vivono con Lyme cronica.
La maggior parte sono stati mal diagnosticato a causa di falsi negativi test Elisa o medici semplicemente non considerando Lyme. Molti non richiamare una puntura di zecca o eruzione cutanea bullseye rivelatore (in realtà, il ILADS riporta che meno del 50% dei pazienti Lyme ricordo di essere stato morso da una zecca); Inoltre, molti sono convinti che hanno trasmesso l'infezione al proprio partner sessuale o viceversa.
Joanne, che viaggia in Belgio dai Paesi Bassi a vedere il suo medico, sente fortemente ha trasmesso l'infezione al suo partner e ha espresso sollievo che il suo medico la informò su questa modalità di trasmissione:
Sono personalmente molto contento che il mio medico ha detto che è probabile che sia un STD. A causa di questo ho avuto il mio ragazzo testato subito quando ho scoperto di avere Lyme. Sta ora ricevendo anche il trattamento e il recupero è molto più veloce. Con Lyme, la prima si scopre, meglio le possibilità di recupero, quindi no, vorrei non aspettare.
Barbara * ha una storia come tanti americani. La sua infezione non è stata rilevata fino a molti anni dopo la trasmissione:
Forse ho subito una puntura di zecca nel 2008, ma le circostanze erano tali che ho spazzolato l'incidente al largo. Non ho mai avuto un rash bullseye. Lyme non è stato identificato fino al 2014 (dopo un anno cercando di trovare una diagnosi che ha spiegato i miei sintomi). Anche se Lyme attraversato la mia mente il mio primo test è stato negativo. Il mio trattamento sarebbe stato completamente diverso se avessi saputo e capito ciò che non è noto su Lyme. Potrei cercato un trattamento aggressivo per la puntura di zecca, non ignorato. Avrei potuto essere in grado di proteggere mio marito che ora ha anche Lyme.
Desi vive in Europa, e come Joanne, si reca in Belgio per incontrare con il suo medico:
Ci sono troppe persone con Lyme al momento, non può venire solo da un segno di spunta morso più. Intere famiglie sono infettati con Lyme. Tra cui la mia famiglia e mio marito. Ho Lyme. Mio marito non ha mai avuto una puntura di zecca ma aveva un test positivo. Ha anche la malattia di Lyme a causa mia. Penso che ogni praticante deve dire ai loro pazienti è trasmesso sessualmente, c'è bisogno di ulteriori informazioni ne ha parlato.
Secondo il dottor Stricker e la signora Middelveen, i ricercatori dello studio 2014 di Lyme come un STD, è stato suggerito più di un decennio fa, già che la malattia di Lyme può essere trasmessa sessualmente, perché i batteri di Lyme, chiamato spirochete, mostra un'attività simile alla sifilide spirochete. Ma non fino al 2014 did risultati della ricerca suggeriscono irresistibilmente questo tipo di trasmissione può essere possibile negli esseri umani.
"Sarebbe certamente spiegare perché la malattia è così comune," Dr. Stricker dichiarato nella nostra intervista telefonica. "Questo è un grande punto di svolta", Stricker, ha detto. "Vorrebbe dire che dovremmo più pensare di Lyme basato su zone geografiche ad alto rischio."
Proprio questa settimana, una donna con diagnosi di ulcerazione genitale era legato alla malattia di Lyme per la prima volta. Sulla base di un astratto recentemente rilasciato, ora è una possibilità che le donne con Lyme sono stati mal diagnosticati con l'herpes genitale.
Nella nostra intervista, il dottor Sticker ha detto che uno studio più completo della trasmissione sessuale della malattia di Lyme è attualmente in corso. Egli spera questo offrirà risultati più conclusivi per quanto riguarda come l'epidemia si sta diffondendo ad un ritmo rapido.
Date tutte le incertezze di Lyme, la prevenzione è più importante che mai. Sappiamo preservativi sarà il modo più efficace per proteggere la sua diffusione come un STI. Disegno da ciò che le persone che vivono con Lyme hanno espresso, la mia opinione personale è che se non vi è alcuna possibilità che Lyme può essere trasmessa sessualmente - e la prova è in rapida crescita - sempre più persone hanno bisogno di essere messi a conoscenza di questa possibilità.
Ogni individuo ha il diritto di scegliere come loro stessi ei loro partner proteggono. Non si tratta di incitare panico o stigma. Si tratta di promuovere un dibattito pubblico up-to-date in materia di Lyme. Si tratta di permettere alle persone una scelta informata. E, infine, per gli educatori sessuali più sicure, si tratta di informare le persone su come possono godere del sesso e restare infezioni gratuito, e per coloro che sono infettati, come proteggere meglio i loro partner.
* Alcuni nomi sono cambiati, su richiesta del paziente, per proteggere la privacy.
Prevenzione MTS + HIV
= (Sandro Prada)