Autore Topic: SIFILIDE  (Letto 2695 volte)

Prevenzione MTS + HIV

  • Full Member
  • ***
  • Post: 103
  • Medico pensionato
    • Mostra profilo
SIFILIDE
« il: Settembre 23, 2014, 09:16:24 pm »
Una volta malattia gravissima, adesso, appena contratta guarisce completamente  e prontamente con iniezioni di penicillina, essendo causata da un Batterio chiamato "Ttreponema pallidum" che si riconosce subito in laboratorio dopo alcuni giorni dall'avvenuto contagio. Il contagio avviene per mezzo di un rapporto sessuale e la lesione "Primaria" si presenta in sede ano-genitale o sulla o nella bocca. Infezioni da bicchieri o da vater infetti NON esistono. Eccezionali (e discutibili) sono le infezioni da pipe, da asciugamani bagnati, da sigarette. La trasmissione del contagio avviene per semplice contatto con una "lesione sifilitica".
Ovviamente la sifilide non risparmia neppure i soggetti maschi e femmine omosessuali. Nella Repubblica Popolare Cinese non esiste più la Sifilide congenita, trasmessa cioè dalla madre al neonato/a. ASPETTI CLINICI. In assenza di terapia si distinguono tre periodi: 1) sifilide recente (periodo di incubazione (25 giorni in media): è in questo periodo che in assenza della prima comparsa di "lesioni" è già possibile la DIAGNOSI sierologica, mediante reazioni chimiche di laboratorio.
2) le manifestazioni classiche del "periodo secondario"(inizio a due mesi circa dal contagio e durata da 1 a 2 anni); 3) la sifilide sierologica recente (dal contagio fino al terzo anno di malattia)-II°Periodo : Sifilide latente: scompaiono le "lesioni " recenti e persiste solamente la positività sierologica. è da segnalare la crescente frequenza di sifilidi sierologiche totalmente asintomatiche. III° Periodo: Sifilide sintomatica tardiva = Fase Terziaria. Sopravviene dai 5 ai 20 anni dopo il contagio, con manifestazioni cutanee e / viscerali per lo più Cardio - Vascolari (Aorta Toracica) e /o Nervose-///Lo stesso soggetto può ammalare di sifilide più volte nella vita.//// Occorre sorvegliare medicalmente il paziente nei primi tre mesi dal contagio. Le reazioni DIAGNOSTICHE SIEROLOGICHE  sono la
Reazione di Wasserman, la VRDL, la TPHA. L'incubazione può essere eccezionalmente breve (da 7 a 10 giorni) in caso di "lesioni" preesistenti (herpes, balaniti al pene e vulviti(= malattie infiammatorie della vulva). (continua)
« Ultima modifica: Settembre 24, 2014, 11:06:41 pm da Prevenzione MTS + HIV »
Prevenzione MTS + HIV
= (Sandro Prada)

Prevenzione MTS + HIV

  • Full Member
  • ***
  • Post: 103
  • Medico pensionato
    • Mostra profilo
Re:SIFILIDE
« Risposta #1 il: Settembre 24, 2014, 11:53:24 pm »
(continua : post N° 2 su Sifilide) : Aspetti morfologici della "lesione" primaria: "esulcerazione": l'ulcera sifilitica è indolore, senza reazione infiammatoria;
alla palpazione (con i guanti aderenti di lattice, acquistabili in farmacia), la base della "lesione" appare dura, quasi cartilaginea. E 4-5 giorni dopo la comparsa della "lesione primaria" compaiono dei linfonodi ingrossati (cioè le "ghiandole" linfatiche) nelle regioni linfatiche più vicine. 
Non trattata la "lesione" primaria va incontro a cicatrizzazione, senza lasciare nessuna traccia, tranne una leggera pigmentazione. I linfonodi ingrossati possono persistere per diversi mesi.
Terapia della "lesione primaria" della Sifilide: Penicillina Ritardo Benzatina, dosaggio 1,2 Millioni di Unità Internazionali, ogni 4 giorni, per complessive
10 iniezioni intramuscolari (in Totale  12 Milioni di Unità Intrnazionali). IN generale le diagnosi visive delle malattie a trasmissione sessuale sono molto difficili per il medico generico e sono quindi di competenza dello Specialista Dermatologo.-
Zone colpite dalle "lesioni primarie" (il contagio avviene per semplice contatto): il pene nel solco balano prepuziale = la zona circolare di confine sul pene fra il glande (in alto) e il cilindro del pene (in basso); nell'uretra (= uretrite dolorosa), nelle vulva sia a livello delle grandi che delle piccole labbra, e a livello del collo dell'utero (visita ginecologica): bisogna sempre ricercare linfonodi ingrossati in zona pelvica. - "Lesioni" primarie = ulcere sifilitiche Bucco-Faringee (visita della bocca e della gola); ulcere sifilitiche Ano-rettali (diagnosi differenziale con emorroidi e ragadi anali)- Esistono molte altre localizzazioni delle  "lesioni primarie":
alle dita (diagnosi differenziale con un Patereccio; - lesioni primarie alle mammelle - al pube e allo scroto (sono favorite dalla rasatura dei peli). La sifilide può essere contratta durante la gravidanza. La sifilide presa all'inizio guarisce- La sifilide trascurata porta alla morte nel giro di 20 anni dopo il contagio, in assenza
« Ultima modifica: Settembre 24, 2014, 11:55:15 pm da Prevenzione MTS + HIV »
Prevenzione MTS + HIV
= (Sandro Prada)

Prevenzione MTS + HIV

  • Full Member
  • ***
  • Post: 103
  • Medico pensionato
    • Mostra profilo
Re:SIFILIDE
« Risposta #2 il: Settembre 24, 2014, 11:56:48 pm »
in assenza di provvedimenti Terapeutici  (Questo è il Post N° 3 della Sifilide).
Comportamento del medico generico in presenza di lesioni in sede genitale, anale, e/o bucco-faringea: MAI PRESCRIVERE UN ANTIBIOTICO, o un Anti-settico topico: la terapia locale NON impedisce in alcun modo la diffusione dei Treponemi (= i Batteri responsabili della Sifilide) che sono già presenti nell'organismo. e rende pressocchè impossibile la loro ricerca, mediante prelievo dalla lesione primaria. La DIAGNOSI in questa fase si basa sull'isolamento del TReponema dal materiale  sieroso prelevato dall'esulcerazione, oppure con un esame all'immunofluorescenza diretta: FTA-ABS = FLUORESCENT TREPONEMAL ANTIBODY-AB
SORPTION TEST.
« Ultima modifica: Settembre 25, 2014, 09:45:21 pm da Prevenzione MTS + HIV »
Prevenzione MTS + HIV
= (Sandro Prada)