Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - Prevenzione MTS + HIV

Pagine: [1]
1

http://www.my-personaltrainer.it/salute/malattie-sessualmente-trasmissibili.html



trasmesso da un'amica di Prevenzione  MTS  e  AIDS  per voi tutti/e


26/01/2018

2
Prevenzione / Trasmissione Sessuale del Virus Zika
« il: Ottobre 05, 2016, 09:44:10 pm »

Trasmissione Sessuale del Virus Zika
 
    5 Ott 2016
 Linee Guida di prevenzione e counselling pre-concezionale

A cura di: Paolo Spriano – MMG Milano
Key words: virus, Zika, prevenzione, gravidanza
 
L’infezione da virus Zika (ZKV) durante la gravidanza può causare microcefalia congenita e gravi anomalie cerebrali fetali (1). Il counseling pre-concezionale e di prevenzione della trasmissione sessuale è un momento essenziale per la tutela della salute della donna, della coppia e per la prevenzione dei danni fetali.
Il Virus Zika si trasmette principalmente attraverso il morso di zanzare del tipo Aedes aegypti, ma può essere trasmesso anche attraverso rapporti sessuali non protetti (2,3).  Il rischio di trasmissione sessuale del ZKV da persona infetta non è conosciuto. I casi di trasmissione sessuale più segnalati sono da parte di persone con infezioni sintomatiche da ZKV, anche se sono stati segnalati casi di trasmissione da soggetti infetti asintomatici. Ad oggi non si conosce quale sia il rischio di avere un esito negativo in una gravidanza associata a infezione materna da ZKV e contratta nel periodo peri-concezionale. Non sono disponibili attualmente reports sugli esiti negativi di gravidanze dopo un’infezione avvenuta in periodo peri-concezionale.

Il Center for DIsease Control (CDC) di Atlanta ha pubblicato un aggiornamento delle linee guida ad interim sui tempi del concepimento dopo una possibile esposizione al  virus Zika e per la prevenzione della sua trasmissione sessuale (4).
Sulla base dei nuovi dati disponibili il CDC ha emesso le seguenti raccomandazioni:
•    per tutti gli uomini con possibile esposizione a ZKV che prendono in considerazione di tentare il concepimento con la propria partner, indipendentemente dai sintomi, è raccomandata un’attesa a concepire per almeno 6 mesi dopo la comparsa dei sintomi (per i casi sintomatici) o dalla data dell'ultima possibile esposizione al VZ (per i casi asintomatici).
•    per le donne con possibile esposizione a ZKV che intendono concepire le raccomandazioni rimangono invariate: ossia aspettare a concepire fino ad almeno 8 settimane dopo l'insorgenza dei sintomi (se sintomatica) o dalla data dell'ultima esposizione possibile al ZKV (se asintomatica).
•    per le donne sottoposte a trattamento per la fertilità non sono stati riportati casi di trasmissione del virus attraverso la tecnologia di riproduzione assistita. Tuttavia, essendo la trasmissione attraverso gameti o embrioni è teoricamente possibile, queste coppie dovrebbero seguire le raccomandazioni come sopra descritto.
•    per le coppie con possibile esposizione al ZKV, nelle quali la donna non è incinta e non ha intenzione di rimanere incinta, ma che manifestano la volontà di ridurre al minimo il rischio di trasmissione sessuale di ZKV è raccomandato l’utilizzo del preservativo o l’astensione dall’attività sessuale per gli stessi periodi identificati per uomini e donne nei casi citati precedentemente.
•    per le donne in gravidanza e i loro partner, che vivono in zone prive di trasmissione di ZKV, è opportuno evitare viaggi non essenziali verso aree con trasmissione attiva. Le persone che hanno viaggiato o vissuto in una zona con la trasmissione attiva da ZKV e il cui partner è in stato di gravidanza devono essere informati in modo coerente e corretto sull’uso del preservativo durante il rapporto sessuale o dall’astinenza sessuale per tutta la durata della gravidanza.
•    per le coppie che pensano di concepire in un prossimo futuro è opportuno evitare viaggi non essenziali in aree dove la trasmissione di ZKV è attiva.
•    per le donne in età riproduttiva che hanno avuto o pensano di poter avere un’esposizione futura a ZKV e che non vogliono una gravidanza, è opportuno utilizzare il metodo contraccettivo più efficace per loro e utilizzarlo in modo corretto.

Queste raccomandazioni ad interim rappresentano ciò che oggi è possibile affermare sulla base delle evidenze disponibili sul tema del concepimento e ZKV con possibilità di ulteriori aggiornamenti nel momento in cui saranno disponibili nuovi dati. 

6
Prevenzione / Accoppiamento danza mimando video di Valentino.
« il: Maggio 25, 2016, 04:36:49 pm »
https://www.facebook.com/profile.php?id=100005681895381&fref=ts

 dovete scendere col mouse, fino a  inquadrare la dicitura "Jimmy Son ha condiviso il video di  Valentino" dove si vede una donna flessa sul bacino  che danza sopra un piedistallo, con una fontana dai getti di acqua di sfondo, mimando i movimenti del perineo di una amante esperta.

Sandro Prada
Prevenzione MTS + HIV

oppure clliccare su questo LINK:
https://www.facebook.com/groups/215964405441148/?fref=ts

8
Prevenzione / LA VERITà DEFINITIVA HINDUISTA SUL TANTRA
« il: Maggio 07, 2016, 08:57:40 pm »
LA VERITà DEFINITIVA SUL TANTRA:
Una domanda a Massimo Shankar Baba Palazzi quando potrà rispondere: da dove origina l'amore tantrico? Ho studiato che nei Veda non c'è . Allora da dove origina ? quale altro testo sacro Hindu ne parla ?
E del Kamasutra, sai dirmi se fa parte del Tantra , oppure no ?
14/03/2016 - Sandro Prada

9
Prevenzione / Tantra:quando è Frode?
« il: Aprile 09, 2016, 11:29:58 am »
Come fare a capire se un centro può donare un massaggio tantrico autentico:



https://www.tantralove.biz/il-business-del-massaggio-tantr…/

12
Non conoscendoti posso consigliarti un sito interessante in merito che si chiama www.lovegiver.it, magari lo conosci già. Forse potrai trovare persone con cui confrontarti o spunti di riflessione.

LoveGiver - Assistenza sessuale alle persone con disabilità...Altro...

LoveGiver - Assistenza sessuale alle persone con disabilità
LOVEGIVER.IT

13


http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2016-03-03&atto.codiceRedazionale=16A01582&elenco30giorni=true

Cioè se avete compiuto 18 anni , la Ricetta di Norlevo e ripetibile, e quindi una sola ricetta la potete usare più volte;
viceversa se non avete ancora compiuto 18 anni, ci vuole sempre una nuova ricetta per l'acquisto in farmacia della "Pillola del giorno dopo": Norlevo.
Mi correggo, secondo la Gazzetta della Rebubblica Italiana, se avete compiuto 18 anni, per l'acquisto della Pillola del Giorno dopo in Farmacia,
Non occorre più nessuna ricetta medica.  Bello No  ?
PREVENZIONE  MTS +  HIV
Sandro Prada

14
CARA  AMICA  TI REGALO  UN ORGASMO  -   SESSUALITà-    da   donna  a   donna

https://abbattoimuri.wordpress.com/2014/12/11/cara-amica-ti-regalo-un-orgasmo/

17
Prevenzione / Virus Zika anche per rapporto sessuale
« il: Febbraio 04, 2016, 07:53:49 am »
Zika, perché servirebbe un po' di cautela negli allarmi sulle epidemie

di Roberto Volpi

Per l’Oms era già “emergenza internazionale”, quando ancora il virus non era stato collegato scientificamente ai casi di bambini ammalati. Stessa confusione sulle modalità di trasmissione e contagio. Come moriremo tutti, stavolta?

di Roberto Volpi

Sul virus Zika le certezze (scientifiche) sono pari allo zero, ma gli allarmi da giorni monopolizzano i media. Ha iniziato l’Oms, naturalmente. L’agenzia internazionale della Sanità è la prima propalatrice di allarmi sanitari sulla faccia della terra. E’ nella sua natura, poco da farci. E molti pensano, del resto, che non può che essere così. La difesa degli operatori delle agenzie sanitarie, a maggior ragione se internazionali, è tutta in questo interrogativo: e se non lanciamo l’allarme ma poi scoppia davvero qualcosa di serio, che succede? Che poi la gente muore e noi andiamo tutti a casa. E così, per evitarlo, rischiano ogni volta di rinchiuderci dentro le nostre benamate dimore, a furia di allarmi. Perché tutto si può dire dell’Oms, meno che si faccia pregare per creare nel mondo intero un clima di trepidazione, di suspense, di attesa da fine del mondo. Era già successo con Ebola, che doveva attraversare gli oceani e non ha superato il fiume dell’Africa centro-occidentale che dà il nome al virus. Era già successo con l’influenza suina, contrabbandata come la nuova peste (ce ne sono state una mezza dozzina, di malattie contagiose a cui è stata del tutto immeritatamente appioppata la suddetta qualifica nel giro di dodici anni), ma il cui risultato più visibile è stata la produzione e commercializzazione di un paio di miliardi di vaccini utilizzati per non più di un quarto e senza risultati.

Ora, sia chiaro, nessuno chiede all’Oms di non fare il suo mestiere. Ma c’è modo e modo di farlo, e capita sovente che l’istituto della Sanità mondiale, volendolo fare alla grande, finisca per non farlo come si deve. Zika non era ancora assurto agli onori delle cronache che già l’Oms aveva dichiarato l’emergenza internazionale: “Non si trasmette da persona a persona, ma solo attraverso la puntura della zanzara Aedes aegypti”, affermava. Anzi, no. Si trasmette anche attraverso il sangue e perfino attraverso i rapporti sessuali. Formidabili e intempestive precisazioni, una dietro l’altra, e quasi sembra che si debba stare attenti ai rapporti sessuali se non fosse che – puntualizzazione ignorata in quanto evidentemente ovvia per le autorità sanitarie – per esporsi al virus occorre pur sempre andare a letto con qualcuno che a) arriva dalle aree di diffusione del virus b) ha preso il virus in quelle stesse aree c) senza saperlo né accusare alcun sintomo d) ha in sé il virus attivo. Cosa senz’altro più difficile d’un terno al lotto, e non è certamente casuale che dal Texas arrivi la segnalazione di un caso imputabile, forse, a questa tipologia di trasmissione. Un caso nell’universo mondo, al momento.

E meno male che non ci sono morti. Ci fossero dei morti non ci salveremmo. Non ci salveremo, se disgraziatamente ce ne saranno. Saremo sommersi dal “corri a gambe levate verso il vaccino” – che è già in incubazione, del resto. E invece il virus Zika non sembra avere un grado di letalità. Però sin dal primo giorno ch’è salito alla ribalta ci hanno fatto sapere che nel solo Brasile già si era reso responsabile di quattromila casi di microcefalia in neonati da madri punte dalle perfide zanzare che non allignano in Europa (o forse sì?). Salvo poi precisare che a) il legame non è ancora scientificamente provato b) i casi davvero accertati in Brasile sono pressappoco un decimo di quelli da subito sbandierati.

Decifrato il genoma del virus Zika incubo in Sud America
 Salute11 Gen 2016
e
Roma, 11 gen.  - Decifrato il genoma del virus Zika, trasmesso dalle zanzare che spaventa il Sud America, in particolare Brasile, Guyana e Martinica dove si ritiene responsabile di un'epidemia di nascite di bambini con microcefalia. Ricercatori dell'Istituto Pasteur della Guyana hanno analizzato integralmente il Dna dell'agente infettivo in uno studio pubblicato sul Lancet.

Secondo lo studio, il ceppo che circola in America Latina somiglia molto a quello che ha colpito l'area del Pacifico tra 2013 e il 2014, con oltre il 99% di omologia. L'analisi è stata realizzata a partire da un prelievo su un uomo della Repubblica del Suriname, ricoverato nel 2015 con un'eruzione cutanea e una congiuntivite, risultato positivo al virus Zika e negativo a dengue e chikungunya (malattie 'sorelle', sempre trasmesse dalle zanzare).

L'infezione è stata scoperta in Uganda alla fine degli anni '40 del Novecento. Ma solo nel 2007 è stata riscontrata anche in Micronesia e Polinesia, mentre lo scorso anno il virus è stato isolato per la prima volta in Sud America, in Brasile (dove i sospetti di infezione sono oltre un milione), poi in Colombia, Suriname e altri 7 Paesi. Il virus sembra essere all'origine di forte aumento di nascite di bambini con microcefalia, ma su questa anomalia e sulle reali responsabilità del virus Zika - o, nel caso, di altri fattori concomitanti - l'Istituto Pasteur ha avviato alcuni progetti di ricerca multidisciplinari.

18
Pavimento Pelvico (= Perineo) e Sessualità : igiene e ginnastica progredendo con l'età, per mantenersi efficienti negli anni (Articolo di Giovanna Roma):
Giovanna Roma è Consulente del Benessere Sessuale (la trovate su Facebook.com)


http://www.labottegadellaluna.it/blog/pavimento-pelvico-e-sessualita/

Articolo trascritto da Prevenzione MTS + HIV
cioè Sandro Prada

19
http://imigliori.co.uk/2015/11/27/10-motivi-per-cui-e-necessario-farsi-le-coccole/

Correzione : al punto 6 correggere Colesterolo (sbagliato) con l'ormone Cortisolo (esatto).


consulenza di Daniela Martellotti , Psicologa, PsicoTerapeuta, Sessuologa, reperibile in facebook.com, anche via Skipe.

presentato da Prevenzione MTS + HIV cioè

Dr. Sandro Prada
16/12/2015

20
Articolo condiviso da Giovanna Roma, consulente del benessere sessuale, a vostra disposizione  su facebook.com


Care lettrici che si approcciano alla sessualità di coppia e cari genitori... ecco qualcosa su cui riflettere. Seguiteci sul blog per saperne di più.

http://lovelifelust.com

http://www.lovelifelust.com/2015/11/21/limene-perche-non-e-la-stessa-cosa-che-essere-vergini/

Trascritto da  Prevenzione   MTS + HIV = Sandro Prada, medico in pensione.

21
Prevenzione / La Sindrome di Samo
« il: Novembre 24, 2015, 11:56:06 am »
da http://www.lovelifelust.com/2015/11/22/persone-a-caccia-di-malattie-la-sindrome-di-samo/
, trascritto da PREVENZIONE MTS + HIV  da un articolo di  Giovanna Roma
Persone a caccia di malattie: la Sindrome di Samo

Persone a caccia di malattie: la Sindrome di Samo. Con la grande diffusione dell’AIDS degli anni Novanta, si è sviluppata una sottocultura principalmente negli ambienti gay, composta da persone che cercavano di avere rapporti non protetti (bareback, in gergo) proprio con l’auspicio di contrarre l’HIV. Ancora oggi, con tutta l’informazione presente on e offline sulle malattie sessualmente trasmissibili, sulla profilassi e sui metodi per proteggersi, ci sono molte persone che cercano la stessa cosa, e non soltanto tra gli omosessuali. Alcuni hanno identificato in questa tendenza semplicemente un controllo dell’ansia e della paura di prendere le malattie per errore, ma sembra ci sia dietro molto di più. Si tratta infatti del riproporsi né più e né meno che di un disturbo della sfera affettiva e sessuale studiato già secoli fa: la Sindrome di Samo.

Che cos’è la Sindrome di Samo
Sindrome di Samo è un nome tutto italiano per tale disturbo, che porta alcune persone a un attaccamento morboso verso un partner malato, oppure a cercare in ogni modo di farsi contagiare da persone con malattie o infezioni sessualmente trasmissibili. La sindrome di Samo prende il nome dall’omonima isola al largo della Turchia in cui alla fine dell’Ottocento sono stati riportati analoghi casi presso i malati di lebbra. Dei documenti storici riportavano infatti la storia di una ragazza innamorata di un lebbroso che cercava in tutti i modi di ricevere il contagio dal marito malato e, anziché dalla malattia, era sconvolta e disgustata dal fatto di non riscontrarne i sintomi su di sé.

Possibili origini della Sindrome di Samo
Talvolta collegato alla depressione, si ritiene che spesso questo disturbo abbia la sua origine in traumi infantili dovuti ad abusi psichici o sessuali, che portano a una condizione in cui il soggetto cerca una sorta di annullamento tramite l’identificazione con il partner malato. La Sindrome di Samo ha risvolti autodistruttivi di portata importante e non possiamo che consigliare a chi ne soffre o a chi è vicino a persone con questo disturbo di rivolgersi a specialisti qualificati, per poter indagare il disturbo e le sue origini.

Se pensate di avere la Sindrome di Samo, o che la abbia qualcuno che conoscete, condividete questo articolo per aumentare la consapevolezza su questo disturbo così peculiare.
DISTURBI DELLA SFERA SESSUALESALUTE

22
"Dopo avere parlato di Poliamore, abbiamo pensato di farcelo raccontare da chi lo vive in prima persona: Luca Boschetto di Poliamore.org  "
 LINK:
http://www.lovelifelust.com/2015/11/12/poliamore-intervista-a-luca-boschetto-di-poliamore-org


LInk riportato da "Prevenzione MTS + HIV  "

24
Prevenzione / STUDIO IDENTITà SESSUALI - SIPSIS.IT
« il: Ottobre 24, 2015, 09:10:02 pm »
IMPORTANTE.
Facciamo girare questa Guida, realizzata dal SIPSIS (Società Italiana di Psicoterapia per lo Studio delle Identità Sessuali), che smonta la tremenda mistificazione nota come "teoria del gender".
Finalmente abbiamo a disposizione un documento scientifico che entra nel merito, quindi utilizziamolo.
Condividiamo!
"Da qualche tempo, sulle pagine dei giornali e su internet si sta svolgendo una grande discussione s...
Altro...

SIPSIS-Società Italiana di Psicoterapia per lo Studio delle Identità Sessuali | Materiale...
Materiale informativo IL GENERE: una guida orientativa A cura di Paolo Rigliano, Enrico Maria Ragaglia, Federico Ferrari Da qualche tempo, sulle pagine dei giornali e su internet si sta svolgendo una grande discussione su una presunta "teoria del gender", dalle caratteristiche assai confuse e che se…
SIPSIS.IT
http://www.sipsis.it/per-approfondire/materiale-informativo/

26
Prevenzione / SHIGELLOSI NEI MASCHI OMOSESSUALI
« il: Settembre 04, 2015, 07:25:45 am »
Diffusione intercontinentale di shigellosi resistente all’azitromicina attraverso la trasmissione sessuale negli omosessuali di sesso maschile
The Lancet Infectious Disease


Comportamenti che facilitano la trasmissione e un corso dell’infezione atipico propagano la diffusione della shigellosi resistente all’azitromicina negli omosessuali di sesso maschile  : leccare l'ano e penetrazioni anali fra maschi (non protette). Però si contrae il Batterio quando si viaggia in Africa, Asia, e America Latina).Oppure quando si hanno rapporti con un partner che proviene da tali continenti (rapporti non protetti).Cos'è la SHIGHELLA ? è un batterio che può infettare l'intestino., portando a gravi scariche diarroiche, che provocano una disidratazione molto grave, che può provocare la morte.
Cos'è l' AZITROMICINA ?  è un potente AntiiBiotico,  che  però in questo caso risulta inefficace. Quindi mancando la Terapia , l'unico modo salva-viita è prevenire.


Informazioni generali

La shigellosi è una colite batterica grave, acuta che, nei Paesi a reddito elevato, è solitamente associata ai viaggi verso regioni ad alto rischio (Africa, Asia e America Latina). Dagli anni ’70, la shigellosi è stata anche segnalata come infezione a trasmissione sessuale negli uomini che hanno rapporti omosessuali (men who have sex with men, MSM), in cui la trasmissione è un’importante componente dell’epidemia della shigellosi nelle nazioni a reddito elevato. Miravamo a utilizzare una sottotipizzazione sofisticata e il campionamento internazionale per determinare i fattori alla base dell’emergenza shigellosi nei MSM legata a un’epidemia nel Regno Unito.

Metodi

Abbiamo condotto uno studio epidemiologico genomico, trasversale, su vasta scala dei casi di shigellosi raccolti in 29 Paesi tra il dicembre 1995 e l’8 giugno 2014. Concentrandoci su un’epidemia in corso nel Regno Unito, abbiamo raccolto ed effettuato un sequenziamento del genoma completo di isolati clinici di Shigella flexneri sierotipo 3a da regioni ad alto rischio e a basso rischio, inclusi i casi associati a viaggi e sesso tra uomini. Abbiamo esaminato i rapporti tra i dati geografici, demografici e dei pazienti clinici, con la suscettibilità antimicrobica degli isolati, i dati genetici e i rapporti evolutivi dedotti.

Risultati

Abbiamo ottenuto 331 isolati clinici di S flexneri sierotipo 3a, inclusi 275 da regioni a basso rischio (44 da soggetti che si erano recati in regioni ad alto rischio), 52 da regioni ad alto rischio, e quattro campioni di un gruppo di non appartenenza (ovvero, strettamente legato, ma con isolati geneticamente distinti usati per stabilire la radice dell’albero filogenetico). Abbiamo identificato una linea emersa di recente di S flexneri 3a che si è diffusa a livello intercontinentale in meno di 20 anni attraverso regioni tradizionalmente a basso rischio di shigellosi attraverso la trasmissione sessuale nei MSM. La linea aveva acquisito determinanti di resistenza antimicrobica multiple e le sottolinee prevalenti erano fortemente associate alla resistenza al macrolide azitromicina. Otto (4%) su 206 isolati dalla linea associata a MSM sono stati ottenuti da pazienti che avevano fornito un isolato in precedenza; questi isolamenti seriali indicavano pattern d’infezione atipici (ad es., reinfezione).

Interpretazione

Abbiamo identificato comportamenti che facilitano la trasmissione e corso(i) atipico(i) d’infezione come fattori principali nei MSM affetti da shigellosi. La diffusione intercontinentale di shigella resistente agli antimicrobici attraverso vie di trasmissione accertate sottolinea l’esigenza di nuovi approcci per contrastare la sfida alla salute pubblica delle infezioni sessualmente trasmesse nei MSM.



Bibliografia

Baker KS, Dallman TJ, Ashton PM, et al. Intercontinental dissemination of azithromycin-resistant shigellosis through sexual transmission: a cross-sectional study. Lancet Infect Dis. 2015;doi:10.1016/S1473-3099(15)00002-X.

27

Traduttore
IngleseItalianoFranceseRileva linguaItalianoIngleseSpagnolo

1. Lei non sta andando a saltare in letto con te. Voglio dire, lei potrebbe, ma non è un dato. Open è lo stato della sua relazione, non le gambe.

2. Lei sta per saltare in letto con te. So quello che ho appena scritto. Ma si dovrebbe preparare il vostro cuore / vaginale / pene / altre parti del corpo per il fatto che lei potrebbe essere interessato a un collegamento - e solo un collegamento.

3. Devi seguire le sue regole se si vuole giocare. Hai la possibilità di non uscire con lei, ma se si decide di andare per esso, essere consapevoli del fatto che ci possono essere alcuni contratti di lei è fatto con il suo partner principale, vale a dire quanto spesso si può vedere voi, o quanto intenso cose possono essere sessualmente. E 'piuttosto improbabile che quelli saranno regolabili. La gente in relazioni aperte solitamente valgono un sacco di previdenza per l'architettura di queste cose.

4. Non è una "imbroglione". Lei non ha deciso di inserire una relazione aperta perché è fondamentalmente immorale, un cartone animato cattivo-baffi twirling, o chiunque altro sia generalmente trascurato con i sentimenti degli altri. Ci sono ragioni monogamia non funziona per lei. Rispettarlo.

5. Se avete domande su come questo sta andando a lavorare, basta chiederle. E 'molto, uhm, aperto. Lei sa esattamente che cosa ha bisogno e lei sarà più che felice di farvi sapere.

ALTRI COSMOPOLITAN
6. Lei è supponente, e non per il suo errore confuso. Non è in una relazione aperta, perché lei non può decidere su uno. E 'in una relazione aperta perché è sicuro di sé nel suo desideri e bisogni, e sa come eseguire loro.

7. Le piace il sesso. Potrebbe non essere l'unica ragione che sta conducendo ulteriori relazioni al di fuori della sua quella primaria - ma, sì, lei gode. Le piace un sacco.

8. Stai andando ad avere per lavorare bene con gli altri. A seconda del grado in cui le cose si riscaldano, potrebbe essere necessario prendere decisioni circa il vostro rapporto con lei quel fattore in altre persone - vale a dire il suo partner, o per altri sei incontri. Se siete il tipo di persona che preferisce scrivere un saggio di fare il progetto di gruppo, questo potrebbe non essere per voi.

9. E 'emotivamente maturo. Non giocare. Ha dovuto valutare la sua prospettiva, vuole, bisogni e valori, e negoziare quelli con la prospettiva, ha bisogno, vuole, e valori di almeno un'altra persona e probabilmente ancora di più. Lei non ha intenzione di sudare le piccole cose - a meno che non è il tuo cervello.

10. Lei non potrà mai e poi mai essere annoiato con lei. Che si tratti di qualche minuto, qualche ora o qualche decennio, questa sarà un'esperienza che non si dimentica. Così abbandonare i vostri preconcetti e tenere su il cappello, il tuo cuore, e la testata.

Segui Laura su Twitter.

Commento
Partecipa alla conversazione
COSA NE PENSI?
ALTRI MODELLI
Sesso e relazioni
È sbagliato?

28
Traduttore
IngleseItaliano

1. Lei non sta andando a saltare in letto con te. Voglio dire, lei potrebbe, ma non è un dato. Open è lo stato della sua relazione, non le gambe.

2. Lei sta per saltare in letto con te. So quello che ho appena scritto. Ma si dovrebbe preparare il vostro cuore / vaginale / pene / altre parti del corpo per il fatto che lei potrebbe essere interessato a un collegamento - e solo un collegamento.

3. Devi seguire le sue regole se si vuole giocare. Hai la possibilità di non uscire con lei, ma se si decide di andare per esso, essere consapevoli del fatto che ci possono essere alcuni contratti di lei è fatto con il suo partner principale, vale a dire quanto spesso si può vedere voi, o quanto intenso cose possono essere sessualmente. E 'piuttosto improbabile che quelli saranno regolabili. La gente in relazioni aperte solitamente valgono un sacco di previdenza per l'architettura di queste cose.

4. Non è una "imbroglione". Lei non ha deciso di inserire una relazione aperta perché è fondamentalmente immorale, un cartone animato cattivo-baffi twirling, o chiunque altro sia generalmente trascurato con i sentimenti degli altri. Ci sono ragioni monogamia non funziona per lei. Rispettarlo.

5. Se avete domande su come questo sta andando a lavorare, basta chiederle. E 'molto, uhm, aperto. Lei sa esattamente che cosa ha bisogno e lei sarà più che felice di farvi sapere.

ALTRI COSMOPOLITAN
6. Lei è supponente, e non per il suo errore confuso. Non è in una relazione aperta, perché lei non può decidere su uno. E 'in una relazione aperta perché è sicuro di sé nel suo desideri e bisogni, e sa come eseguire loro.

7. Le piace il sesso. Potrebbe non essere l'unica ragione che sta conducendo ulteriori relazioni al di fuori della sua quella primaria - ma, sì, lei gode. Le piace un sacco.

8. Stai andando ad avere per lavorare bene con gli altri. A seconda del grado in cui le cose si riscaldano, potrebbe essere necessario prendere decisioni circa il vostro rapporto con lei quel fattore in altre persone - vale a dire il suo partner, o per altri sei incontri. Se siete il tipo di persona che preferisce scrivere un saggio di fare il progetto di gruppo, questo potrebbe non essere per voi.

9. E 'emotivamente maturo. Non giocare. Ha dovuto valutare la sua prospettiva, vuole, bisogni e valori, e negoziare quelli con la prospettiva, ha bisogno, vuole, e valori di almeno un'altra persona e probabilmente ancora di più. Lei non ha intenzione di sudare le piccole cose - a meno che non è il tuo cervello.

10. Lei non potrà mai e poi mai essere annoiato con lei. Che si tratti di qualche minuto, qualche ora o qualche decennio, questa sarà un'esperienza che non si dimentica. Così abbandonare i vostri preconcetti e tenere su il cappello, il tuo cuore, e la testata.

Segui Laura su Twitter.

Commento
Partecipa alla conversazione
COSA NE PENSI?
ALTRI MODELLI
Sesso e relazioni
È sbagliato?

29
Prevenzione / gay sex diverso da sodomia
« il: Luglio 23, 2015, 12:34:24 pm »
la sodomia è lo stupro anale
gay sex è la penetrazione anale consensuale come atto di amore.
La bibbia condanna lo stupro anale che è la sodomia,
ma benedice la penetrazione anale di due esseri che si amano.
Questa è Teologia spicciola della chiesa valdese.
Seconda voce Femminile di un Medico Donna: "il sesso anale è spesso praticato consensualmente anche dalle coppie uomo donna....
e non escono i demoni di satana dall'ampolla rettale come dicono i cattolici quando attaccano i gay....cosiderando che anche gli etero spesso si amano anche con il sesso anale.....il mondo dovrebbe essere popolato di demoni!!!!
gli unici demoni che vedo io sono i sacerdoti pedofili, coloro che vendono droghe, coloro che vendono armi, chi fa le guerre, chi stermina, chi discrimina....ecc ecc"

Prevenzione MTS  +  HIV
23/07/2015

32
1 orgasmo al giorno diminuisce del 20% il rischio di cancro della prostata:


www.consumatrici.it/21/05/2015/salute-e-benessere/salute/00018517/sesso-e-prostata-un-orgasmo-al-giorno-riduce-del-20-il-rischio-tumore


Attenzione : solo questa connessione non è privata ma è pubblica: se vi connettete al LINK sono a rischio i vostri dati personali come password ecc. però la notizia medica è certa: vi consiglio di collegarvi a google.it   e di digitare il titolo di questo post: allora la connessione internet non è a rischio Privacy.ma è sicura.
Firma   : Prevenzione MTS + HIV

33
Che cos'è l'intimità / che cos'è l'intimità ?
« il: Maggio 21, 2015, 10:25:17 am »
Che strana domanda ! L'intimità è quella cosa che confidi a pochi intimi, di cui ti fidi, e che non riveleranno agli altri le cose che tu hai confidato, che possono spaziare da confidenze sessuali a confidenze spirituali . L'intimità è qualcosa che riguarda te personalmente e che è strettamente legata alla tua identità come essere umano.

34
Prevenzione / Prima del Preservativo e della Pillola (detti popolari)
« il: Maggio 18, 2015, 03:25:01 pm »
Prima della Pillola e del Preservativo, come si faceva contraccezione ?  (Post semi serio)


http://www.net1fun.com/social-news/ma-prima-del-preservativo-e-della-pillola-12-metodi-anticoncezionali-choc-o-da-morir-dal-ridere/

35
Poliamore e Divulgazione / Polidating:gruppo incontri poliamoroso
« il: Aprile 15, 2015, 08:36:09 am »
Polidating: gruppo di incontri poliamoroso:

Elisa  segnala su Policome, il seguente:
 https://www.facebook.com/groups/poliamoreincontri/?fref=ts

Firma : Prevenzione MTS + HIV , cioè Sandro Prada

Data 15 Aprile 2015

36
Prevenzione / Eiaculazione femminile esiste davvero ?
« il: Aprile 14, 2015, 09:22:47 pm »
L'eiaculazione femminile o "Squirting" esiste davvero ?

http://donna.fanpage.it/eiaculazione-femminile-cosa-fare-per-stimolare-lo-squirting/?ref=ol


Nota : Nel LINK si dice che l'"eiaculato femminile" sarebbe prodotto dalle ghiandole di Skeene, le quali in condizioni di stimolazione erotica adeguata, cooperano a produrre quella che noi tutti conosciamo la vagina "bagnata"eccitata e ciò è fisiologico e funzionale a normali spinte pelviche durante la penetrazione. (E fino a qui è tutto normale). Le due ghiandole di Skeene, anatomicamente si trovano sotto lo sbocco dell'uretra femminile sulla vulva, situate in posizione simmetrica e lateramente allo sbocco dell'uretra, una a destra e l'altra a sinistra. Quello che a me appare strano, è il volume cospicuo dell'eiaculazione, che troverebbe la sua spiegazione in sporadiche ipertrofie delle ghiandole di Skeene, un "'evenienza" quindi "rarissima".= cioè se esiste davvero un eiaculato femminile, a mio avviso, sarebbe limitato a pochissime donne.

Firma : Prevenzione MTS + HIV =>  (ho una Laurea in Medicina e Chirurgia).

37
Poliamore e Divulgazione / NUOVO SOCIAL GROUP
« il: Aprile 10, 2015, 07:34:28 pm »
Roberto Spirit Calcinelli
09/04/2015
Questo social è per caso già stato segnalato?
https://www.openlove.community/
Corrisponde esattamente a un'idea che avevo accennato a Denis Bon in autunno, ed evidentemente qualcuno ha avuto tempo di realizzarla prima di me. Sono in contatto con il team per aiutare nello sviluppo.

38
Cercasi uno o vari amanti / NUOVO SOCIAL GROUP
« il: Aprile 10, 2015, 07:19:57 pm »
Roberto Spirit Calcinelli
09/04/2015
Questo social è per caso già stato segnalato?
https://www.openlove.community/
Corrisponde esattamente a un'idea che avevo accennato a Denis Bon in autunno, ed evidentemente qualcuno ha avuto tempo di realizzarla prima di me. Sono in contatto con il team per aiutare nello sviluppo.


Questo gruppo può essere segnalato anche in Poliamore e Divulgazione , in quanto mi sembra , a prima vista, più un altro gruppo di Poliamore piuttosto che ricerca di Amanti . firma Prevenzione MTS + HIV

39
SOS Gelosia - sto malissimo / Gestione verbale della Gelosia
« il: Aprile 09, 2015, 09:16:26 pm »
Gestione della Gelosia, considerata un sentimento positivo = un sentire reale, che va sdrammatizzato : vedi il LINK:

http://ilreferendum.it/2015/04/09/il-poliamore-e-come-un-messaggio-cristiano-di-amore-assoluto-intervista-a-jade-jossen/

40
Prevenzione / METODO DI CONSULTAZIONE DELLA TABELLA
« il: Aprile 06, 2015, 08:04:09 pm »
Si dice a Prevenzione MTS + HIV: "Tu segnali le malattie MTS (= a trasmissione sessuale) ma non dici come si contraggono". Risposta di Prevenzione MTS + HIV:
"La Prima Risposta più importante è contenuta nelle 14 Risposte a *Vie di Trasmissione del Virus HIV*: contatto con sangue, o con sperma, o con secreto vaginale; oppure con le MUCOSE. Per esempio la Sifilide si contrae per semplice contatto fisico con un *ulcerazione sifilitica=lesione della cute caratteristica*, sia per contatto pelle-pelle o peggio di una mucosa-ulcerazione sifilitica: ad esempio, se l'ulcerazione sifilitica si trova nel palato della bocca di un partner, il contatto tramite un bacio profondo della lingua (che è una MUCOSA) con l'ulcerazione stabilisce il contagio. NON ho spiegato il concetto istologico di MUCOSA ma dico quali sono le mucose: oltre alla lingua le labbra della bocca e quelle vulvari (piccole e grandi labbra), clitoride, glande del pene, e ano(MUCOSA anale interna= parete interna della cavità anale. Per la Blenorragia il contagio è con lo sperma che (scola) o col secreto vaginale. Per la Malattia di Nicolas-Favre il contagio avviene quando il pene penetra in una cavità anale già infetta.- L'Epatite C,  D,  E, si prende col contatto col sangue (anche mestruale) della persona infetta. - L'Epatite  B (oggi la vaccinazione è obbligatoria) si prendeva col bacio attraverso la saliva del partner e inoltre col contatto con lo sperma infetto o infine col secreto vaginale infetto.// - Un Herpes Labialis si contrae con un semplice bacio sulla vescicola herpetica. - La Chlamydia, il Trichomonas si contraggono nella penetrazione pene-vagina- //- IL papilloma virus non si prende se lo si tocca con le mani (masturbazione della partner). La masturbazione reciproca è da considerarsi una pratica sicura, perchè le dita delle mani e il resto delle mani NON sono mucose. - //- Nel rapporto orale verso un maschio bisogna stare attenti a 2 cose: che lo sperma non spruzzi negli occhi (occhiali protettivi) e che lo sperma una volta in bocca venga "sputato " e NON VENGA DEGLUTITO IN QUANTO LA MUCOSA ESOFAGEA NON OFFRE NESSUNA PROTEZIONE"-  OBIEZIONE ULTIMA: " Sembra che nel rapporto anale calzare 2 profilattici vaginali uno sopra l'altro ne faciliti la rottura. " Risposta di Prevenzione MTS + HIV : " Consiglio quindi di chiedere in farmacia profilatttici più adatti (più robusti), indicati per il rapporto anale, in modo da infilare il pene in 1 solo profilattico più robusto".  Data 06/04/2015.

41
SOS Gelosia - sto malissimo / S.O.S. Gelosia
« il: Aprile 06, 2015, 06:32:34 pm »
Per i consigli psicologici in questo Forum ci sono indirizzi di Psicologi (credo a pagamento):  http://www.rifacciamolamore.it/help/
altrimenti per consigli gratuiti , penso che sia meglio presentarsi
nel gruppo "Policome : gruppo di ...."        https://www.facebook.com/groups/policome/

42
Prevenzione / Vagina (vostra o della vostra ragazza)
« il: Aprile 04, 2015, 02:07:26 pm »
Vagina (vostra o della vostra ragazza) : 10 domande ...
purtroppo il LINK è stato modificato e non si parla più medicalmente della vagina, come quando il LInk è nato (Firma Prevenzione MTS + HIV) (aggiornamento del 24/07/2015)
http://www.piuincontri.com/blog/10-cose-che-non-sai-sulla-vagina/

43
Storie di Compersione / cos'è la compersione ?
« il: Aprile 03, 2015, 12:42:30 pm »
è un neologismo, una parola nuova, che forse indica la strana piacevole ebbrezza  che si proverebbe nel gioire contemplando il proprio partner sessuale immerso in un amplesso sessuale con un altro lui , o un'altra lei.  Forse si potrebbe spiegare con le filosofie orientali che dicono che noi tutti siamo un unico Essere formato da tanti corpi, e se siamo sufficientemente avanti spiritualmente con la meditazione, il piacere sessuale e l'orgasmo di altri due esseri viventi, è qualcosa a cui partecipiamo, se siamo avanti con la coscienza, in molti di noi.  (Ovviamente a questo stadio non sussiste più la gelosia, la quale si spiega come atteggiamento egoistico , basato su un individualismo, che non sa riconoscere che siamo tutti un'anima sola.).
Sono graditi altri pareri e altre opinioni, perchè io mi sono firmato Come Prevenzione  MTS + HIV ecc, ma qui la prevenzione non c'entra nulla, e dovrei firmarmi con Nome e Cognome: Sandro Prada, in quanto esprimo la mia opinione personale, che non mi sento di consegnare  come un Valore educativo.
03/04/2015

44
Prevenzione / La funzione dell'orgasmo
« il: Marzo 27, 2015, 03:47:20 pm »
Di Wilhelm Reich

La Rivoluzione sessuale;  La rivoluzione sessuale di Reich - LifeGate
www.lifegate.it/persone/stile-di-vita/la_rivoluzione_sessuale_di_reich2
Pioniere della moderna sessuologia, lo psicoterapeuta Wilhelm Reich ha richiamato l'attenzione sul rapporto tra funzione sessuale e salute psicologica.

La Funzione dell' Orgasmo, (che va al di là del noto benessere , dovuto al rilascio di Endorfine).
Wilhelm Reich - ORGONOMIA
www.orgonomia.org/benvenuti.html
Questo sito è interamente dedicato alla diffusione dell'opera e del pensiero di Wilhelm Reich e della scienza da lui fondata: l'Orgonomia. L'idea di crearlo è nata ...

45
Prevenzione / Scabbia e Pidocchi
« il: Febbraio 25, 2015, 10:15:34 pm »
Non so più quali malattie aggiungere: Scabbia e Pidocchi ! Non sono propriamente malattie sessuali anche se lo possono diventare : "Pediculosi del Pube = Pidocchi del pube" e Scabbia dei Genitali. Per i Pidocchi, altamente contagiosi si richiede l'isolamento dell'ammalato per almeno 1 settimana e va curato con Preparati Speciali di Medicinale da richiedere in Farmacia.// La scabbia, invece deriva dal contatto (anche non sessuale) con soggetti, maschi e femmine, che sono costretti/e a non lavarsi e a tenere indosso sempre gli stessi abiti. L'acaro della scabbia è il parassita responsabile, che scava delle gallerie in tutto il corpo nello strato sottocutaneo della pelle: si manifesta sintomaticamente con prurito intenso che induce a un grattarsi progressivo con autoscarificazione della pelle.
Terapia della Scabbia: Bagno giornaliero con Sapone allo Zolfo , acquistabile in Farmacia, e uso dell'unguento di Helmerich da comprare in farmacia (se già pronto) oppure da fare preparare al farmacista se ne è sprovvisto. E la malattia, dopo avere isolato l'ammalato dal continuo e ripetuto contagio, guarisce spontaneamente in meno di un mese (Bagno col sapone allo Zolfo giornaliero).(e cambio d'abiti giornaliero).

46
Prevenzione / PRELIMINARI
« il: Gennaio 19, 2015, 07:21:35 pm »
PRELIMININARI sono appunto anche i MASSAGGI EROTICI di un'oretta cominciando dal rilassare tramite il massaggio i muscoli facciali e del collo dorsale e laterale. Naturalmente i massaggi vanno estesi a tutto il corpo e devono essere erotici e non massaggi da fisioterapista. C'è chi preferisce cominciare dai piedi e risalire e c'è chi preferisce cominciare dall'alto e discendere fino alle dita dei piedi. Se i massaggi erotici durano al massimo un'ora e mezza, fate la felicità del vostro/a partner. Naturalmente bisogna lasciarsi andare alla spontaneità, e quindi non deve coesistere ansia della prestazione, nemica della sessualità creativa e ricreativa. Divertitevi con i massaggi erotici , sciegliendo gli olii essenziali preferiti, esempio olio di Arnica dalla cintura in giù, olio che oltre ad essere profumato ha un notevole effetto decontratturante e rilassante, ed olio di Sesamo dalla cintura in su. L'olio di Sesamo, acquistato in farmacia, è un ottimo rassodante per il  seno, svolgendo quindi anche un prestigioso effetto cosmetico. Dopo un'ora e mezzo di massaggi erotici , sicuri di avere acceso il desiderio sessuale nel vostro/a partner, potete passare all' amplesso vero e proprio.
I massaggi erotici, di per sè, non richiedono precauzioni, salvo malattie della pelle. Comunque una volta che avete imparato a farli su corpo nudo, funzionano anche a corpo vestito.

47
Prevenzione / Contraccezione
« il: Dicembre 08, 2014, 04:18:57 pm »

48
Prevenzione / Chlamydia infezioni sessuali da...
« il: Novembre 08, 2014, 12:48:16 pm »
Due parole sulla Chlamydia: è un batterio che si trasmette coi rapporti sessuali genitali: può dare delle uretriti sia nel maschio che nella femmina, e , se curato, non sarebbe pericoloso. Se invece viene trascurato, risalendo in vagina -utero- tube di Falloppio, porta la donna a diventare sterile. La scoperta Diagnostica si può avere sia con tamponi uretrali,sia maschili, che femminili,  che con tamponi vaginali, che con Pap-Test. Trattandosi di un Batterio, la Terapia è ovviamente Antibiotica.
Quindi la sintomatologia è una Uretrite cioè dolori e bruciori a urinare.oppure   una vaginite acuta. Nell'uomo e nella donna si può associare un'artrite acuta.

49
Epatite C. Epatite D, Epatite E (tutte e tre da rispettivi Virus)


Si trasmettono solo col sangue del partner (anche quello mestruale) ; l'andamento della malattia è come per l'Epatite B : epatite acuta, epatite cronica, cirrosi, coma epatico. NON ESISTE VACCINO. LE PRECAUZIONI consistono nell'avere rapporti protetti sessuali e non sessuali (se il partner si taglia le unghie o si pettina, evitare di usare le stesse forbicine o lo stesso pettine; lo stesso discorso vale per lo spazzolino da denti: ciascuno usi il suo. Inoltre se per esempio il partner si rade i peli delle gambe con una lametta da barba, evitare di usare la medesima lametta.

50
Prevenzione / Epatite B
« il: Ottobre 27, 2014, 07:31:03 pm »
Causata dal Virus dell'epatite B, presente nelle stesse vie di trasmissione del virus HIV, cioè sperma , secreto vaginale, e sangue, e in più nella saliva, nelle urine e nelle feci. L'epatite può essere acuta e fulminante, oppure evolvere verso epatite cronica , e rimanere cronica per tutta la vita , oppure evolvere in cirrosi epatica, distruggendo l'architettura del fegato e portando a morte sicura nel giro di un periodo di tempo ventennale, per insufficienza epatica e coma epatico.
     Oggi fortunatamente esiste un vaccino contro l'Hepatite B, da farsi  con tre iniezioni intramuscolo (nel braccio). nel giro di 6 -9 mesi. Tale Vaccinazione è obbligatoria e gratuita e rende immune per tutta la vita, e viene fatta abitualmente dal medico nel periodo della scuola media inferiore. Tuttavia , esistono ancora persone non vaccinate, le quali sono pregate di recarsi all'Ufficio Di Igiene della loro città, per chiedere di essere gratuitamente vaccinate.

51
Prevenzione / Trichomoniasi genitale., causata dal Trichomonas vaginalis.
« il: Ottobre 17, 2014, 02:35:40 pm »
IL Trichomonas vaginalis è un protozoo flagellato delle dimensioni di un globulo bianco. Si muove vivacemente coi suoi flagelli e ciò permette il suo riconoscimento nell'esame microscopico a fresco, dopo averlo prelevato con un tampone in vagina. IL T. Vaginalis è largamente diffuso nella popolazione femminile nel periodo di massima attività sessuale, ma anche nel periodo della menopausa e dopo la menopausa. Ovviamente si trasmette attraverso rapporti sessuali penetrativi non protetti, mentre non si trasmette con la masturbazione femminile. I partners maschili sono risultati portatori di trichomoniasi in una percentuale variabile dal 20 all'80%.  - Clinica: nel maschio l'infestazione da T. Vaginalis è spesso del tutto asintomatica; può tuttavia dare luogo ad una uretrite di modesta entità e raramente a una uretrite acuta. Nel maschio la diagnosi microscopica si effettuerà con tampone uretrale, prelevando il protozoo o meglio i protozoi e "strisciandoli su vetrino" da esaminare al microscopio. In presenza di una sintomatologia , il periodo di incubazione varia da 4 giorni a 3 settimane. Sono possibili complicazioni prostatiche e, occasionalmente a carico dell'epididimo. Nella donna, se l'infezione non è asintomatica, si ha abitualmente una vaginite, con perdite vaginali giallastre e schiumose; può associarsi una vulvite.la Diagnosi si effettua mediante tampone vaginale +pap test in quanto i protozoi possono trovarsi localizzati sulla cervice uterina (detta "portio"). Nella metà dei casi si associa una uretrite asintomatica o leggera. Possibili complicazioni nella donna sono invece la Skenite e la Bartolinite, cioè l'infiammazione di quellle ghiandole sessuali femminili che nella donna eccitata, normalmente, se non infiammate, producono il "secreto vaginale"(cioè la vagina si bagna e si lubrifica per il rapporto in età fertile).
Terapia : per bocca mediante "metroimidazolo" = (Flagil). Pure attivo è il "nimorazolo" = (Naxogyn). Al trattamento per bocca si associa abitualmente nella donna l'uso di candelette e di creme vaginali.

52
Malattia di Nicolas-Favre o Linfogranuloma venereo inguinale è una malattia sessuale che si contrae coi rapporti Anali, dovuto a un Batterio col nome di
Chlamydia trachomatis (sierotipi L1- L2- L3), produce una proctite (= malattia di tutto l'intestino retto). Di incubazione da 1 a 5 settimane la malattia produce un ulcerazione in sede locale, a cui possono associarsi uretrite purulenta, fistole, e restringimenti uretrali (=cioè del meato urinario). Anche nelle donne possono verificarsi conseguenti fenomeni stenotici(= di restringimento) dell'ano e dell'intestino retto. Può manifestarsi febbricola (= febbre non superiore a 37,5 °C ), cefalea, nausea,  anoressia(= spiccata diminuzione o assenza dell'appetito). Nella donna un sintomo caratteristico è l' estiomene , (= cioè le grandi e le piccole labbra sono tumefatte). La Diagnosi, oltre che clinica (Il medico indagherà sul tipo di rapporti sessuali avuti) , e dopo avere esaminato le lesioni ano-genitali , verranno eseguiti degli esami di laboratorio.
Terapia: la Malattia di Nicolas- Favre risponde bene al Trimethoprim-sulfametossazolo (è un Sulfamidico)  alle dosi di 2 compresse ogni 12 ore per 10-20 giorni.
In alternativa possono essere usate le tetracicline (sono antibiotici) alla dose di 0,5 grammi ogni 6 ore per 10-20 giorni; oppure usando l'eritromicina (un altro
antibiotico) agli stessi dosaggi. (Inefficaci risultano sia la penicillina sia la streptomicina).

53
Prevenzione / Herpes virus simplex labialis (gengivo-stomatite)
« il: Ottobre 12, 2014, 09:04:26 pm »
L'Herpes virus simplex labialis (= delle labbra) colpisce oltre alle labbra, attraverso un bacio, anche le gengive e la bocca (= stomatite) è l'herpes virus di tipo 1 , a differenza dell'herpes virus di tipo 2 , che è l'herpes genitalis (già trattato). Dà luogo a delle vescicole. Una volta infettato/a la persona se è la prima volta può ricorrere alla terapia di compresse di Zovirax per bocca, con ricetta medica non mutuabile, del costo superiore a 100 Euro. Se non curato la prima volta, la malattia rimane nel corpo per tutta la vita, dove risale i nervi periferici e raggiunge i gangli nervosi, dove rimane silente nei periodi di vita tranquilla (fisicamente ed emotivamente) per riesplodere nei periodi di stress psico-fisici, durante i quali lo Zovirax compresse o pomata è la cura sintomatica migliore per togliere i sintomi:le lesioni herpetiche vescicolari agli angoli delle labbra /della bocca. Ovviamente solo i soggetti sieropositivi al virus dell'HIV hanno diritto alla ricetta rosa mutuabile per lo Zovirax. Vaccini anti herpetici contro l'herpes virus di tipo 1, non disponibili in Italia, sono utili nei casi di localizzazione oculare del virus, che comporta una grave "cherato-congiuntivite"
monolaterale e possibile interessamento della cornea, con ulcerazioni superficiali e successive opacità della cornea. La localizzazione oculare è rara se si evita di toccarsi prima la lesione labiale e poi di portare le dita agli occhi. (se succedesse occorre recarsi dall'Oculista). Nel periodo silente cioè di calma dallo stress si può baciare senza contagiarsi.

54
Prevenzione / Herpes virus genitalis
« il: Ottobre 11, 2014, 09:41:37 pm »
Infezione da virus, molto comune: viene trasmessa con i rapporti sessuali. è tuttavia possibile il contagio indiretto per esempio con ferri chirurgici non sterilizzati.
incubazione : 4-5 giorni. in molti casi l'infezione è asintomatica, in altri casi dà bruciore e prurito, cui seguono dopo poche ore delle vescicole riunite a grappolo su una chiazza arrossata, localizzate nell'uomo al foglietto prepuziale interno, al glande o alla cute dell'asta; nella donna alle piccole e alle grandi labbra, alla clitoride, talvolta alla cervice uterina. La sintomatologia talora consiste  solo in una uretrite amicrobica. Sono possibili anche localizzazioni peri-anali e nel canale anale.La prima infezione è intensamente dolorosa e risolve in 2-4 settimane. L'herpes ricorrente genitalis dura invece solo 7-10 giorni.
Diagnosi: si preleva dalle lesioni del materiale che si esamina in laboratorio.
Complicazioni: L' "Herpes Virus Tipo 2", presente nel 90% dei casi, è incriminato come possibile causa nello sviluppo di neoplasie della cervice uterina: le donne con infezione herpetica genitale o partners di uomini con tale infezione, devono comunque eseguire controlli citologici regolari e ripetuti = PAP- TEST
Terapia: da alcuni anni è disponibile all'estero un vaccino antierpetico per il virus di tipo 2. In Italia la Terapia  si basa sul farmaco generico IDOXURIDINA IN
DIMETIL SULFOSSIDO al 5%, oppure sulla ISOPRINONOSINA (farmaco generico antivirale) somministrato per bocca.
Va ricordato che una volta contratta l'infezione, il virus rimane nel corpo tutta la vita, riesplode nello stress, e la terapia serve ad annullare la sintomatologia e la contagiosità.

55
goodmenproject.com
Di conseguenza si rende necessario il condom anche nelle coppie monogamiche. La prima infezione può avvenire quando si è morsi da una zecca (in modo non
sessuale quindi; ma tuttavia anche in coppie monogamiche uno dei due partners può infettare l'altro/a con rapporto sessuale.(mediante lo sperma o il secreto vaginale). La Prevenzione comporterebbe l'uso del condom anche in coppie fisse monogamiche.  Le zecche morsicano o pungono persone
 che attraversano i boschi, dove sono presenti le Zecche, usare il condom normale o il femidom quando ci si unisce sessualmente. La diagnosi è di laboratorio e la lesione genitale assomiglia e può essere scambiata con un Herpes genitale. Responsabile della malattia è un batterio , della famiglia delle Spirochete (simile cioè al batterio responsabile della sifilide). Ovviamente quindi la Terapia sarà Antibiotica.  La Diagnosi Differenziale si pone con L'Herpes Genitalis, e avviene in genere dopo 2 anni che è stata fatta una Diagnosi Herpes Genitalis, curato come tale, invano. Infatti l' Herpes è un virus , e una Terapia Anti-Virale non ha
nessuna efficacia contro i Batteri.
Dopo il testo inglese, nel tread successivo, segue la traduzione in italiano.
Monogamous? This STD Doesn’t Care
OCTOBER 7, 2014 BY MELISSA WHITE 14 COMMENTS


There’s a new STI on the rise, and here’s what you need to know about Lyme Disease. Yes, Lyme Disease.
________
If there were a new sexually transmitted infection (STI, aka STD) on the rise — say, one that was an unexpected concern, especially to monogamous couples — when would you want to know about it?
Say, when it’s a scientifically proven possibility with mounting evidence — even if it took three to five years before it could be officially confirmed?
And when would you expect government and medical organizations such as the Centers for Disease Control and Prevention (CDC) and the Infectious Diseases Society of America (IDSA) to share this information with you? At what point does a serious potential threat warrant disclosure?
Finally, to what extent and at what point should doctors inform patients? When does it become their responsibility to do so?
It’s important to note that this potential new STD may initially be transmitted even without sexual contact. Your partner may pick it up from a tick in the woods — or be born carrying it. And while currently a “silent” epidemic, the numbers of cases have been climbing so rapidly that it won’t be kept under the radar for much longer.
Perhaps most alarming is the lack of a reliable test or conclusive go-to cure for this infection. Also, with over 300,000 new cases a year in the United States alone, a global epidemic is perhaps already underway.
In fact, leading researchers are likening it to the HIV/AIDS epidemic of the 1980s, due to similar rapidly rising infection rates, as well as a widespread lack of comprehensive testing and treatment. Many conclude that a majority of those infected do not get properly diagnosed until years after contracting it, when chronic stages have already set in.
The infection gains traction in the body in much the same way syphilis does. Also, like syphilis, the symptoms of the infection are so varied that it has been called “the great imitator”, making it perhaps the most complicated, multilayered infectious disease today. Some researchers, such as Dr. Raphael Stricker, are proposing a nationwide HIV-style “Manhattan Project” in which a uniform standard of testing is established and long-term treatment is the norm.
Commonly known as Lyme disease (aka Borrelia burgdorferi), you might assume this potential sexually transmitted infection (STI) can only afflict those bitten by a tick. Sadly, it may be time to ditch that notion. Emerging information indicates that, if you are having unprotected sex at all — even in a monogamous relationship — you’re at risk of infection.
Lyme symptoms have often been dismissed as stress or aging. They include fatigue, joint pains, muscle aches, headaches and flu-like symptoms. However, left untreated, the infection can travel to the nervous system, dwell in your tissue, and mimic chronic illnesses such as arthritis, paralysis, epilepsy or even Alzheimer’s disease. In fact, the International Lyme and Associated Diseases Society (ILADS) suggests that Lyme should be considered in diagnoses of chronic fatigue syndrome, fibromyalgia, multiple sclerosis, Lou Gehrig’s disease, Parkinson’s disease and many other multi-system illnesses.
The work of Lyme-aware healthcare providers is being hampered by faulty testing and an outdated treatment protocol. As if that wasn’t enough, these professionals are also up against a medical community and agencies that seem rather averse to examining the rise of Lyme infection, with many institutional leaders clinging to the dangerous, antiquated notion that chronic Lyme doesn’t even exist. The status quo is making it incredibly difficult for severely ill patients to receive the treatment they desperately need.
♦◊♦
I’ve interviewed many leading Lyme literate doctors and researchers, including microbiologist Marianne Middelveen and internist Raphael Stricker. Both are involved with the most recent study investigating Lyme as an STI.
For practitioners like Dr. Christine Green on the boards of ILADS and LymeDisease.org, it is important to assume patients wish to be fully informed:
I inform my patients that it is possible Lyme disease could be sexually transmitted as the bacteria has been found in sexual fluids. But I inform them that proving transmission has not been done, possibly because it is not sexually transmitted or possibly because those studies are expensive, controversial or/and we do not have an agreed upon test that confirms active Lyme.
On the other hand, I have been shocked to learn that it’s common practice to not discuss new research findings about Lyme in order to avoid fear and recrimination. Until more large-scale peer reviewed studies are published, some doctors simply disregard the latest findings.
Unfortunately, despite mounting evidence seen by doctors in their own practices, even leading Lyme organizations are hesitant to suggest barrier methods as a precaution.
Yet all of the above offers merely a glimpse of just how difficult it is to battle Lyme disease. People living with Lyme often have to navigate medical settings in which mainstream doctors subscribe to the myth that Lyme is “hard to catch, easy to treat”.
Those affected are forced to do their own research. According to ILADS, the average Lyme patient sees five doctors within 2 years before being properly diagnosed. The CDC surveillance criteria used for diagnosis of Lyme are so insensitive that they miss more than half of patients with the tick borne illness.
♦◊♦
After watching Under Our Skin (2009), an award winning documentary investigating Lyme as one of the most serious,controversial modern-day epidemics, I recognized that the stories of people living with Lyme need to be more widely shared. I have now heard from hundreds of people around the world living with chronic Lyme.
Most have been misdiagnosed due to false negative Elisa testing or doctors simply not considering Lyme. Many don’t recall a tick bite or telltale bullseye rash (in fact, the ILADS reports that fewer than 50% of Lyme patients recall being bitten by a tick); also, many are convinced they’ve transmitted the infection to their sexual partner or vice versa.
Joanne, who travels to Belgium from the Netherlands to see her doctor, strongly feels she transmitted the infection to her partner and expressed relief that her doctor informed her about this mode of transmission:
I am personally really glad my doctor said it is likely to be an STD. Because of this I had my boyfriend tested right away when I found out I had Lyme. He’s now also receiving treatment and is recovering much faster. With Lyme, the earlier you discover it, the better your chances of recovery, so no, I wouldn’t wait.
Barbara* has a story like so many Americans. Her infection wasn’t detected until many years after transmission:
I may have sustained a tick bite in 2008, but the circumstances were such that I brushed the incident off. I never had a bullseye rash. Lyme wasn’t identified until 2014 (after a year trying to find a diagnosis that explained my symptoms). Although Lyme crossed my mind my initial test was negative. My treatment might have been completely different if I had known and understood what IS NOT KNOWN about Lyme. I might have sought aggressive treatment for the tick bite, not ignored it. I might have been able to protect my husband who now also has Lyme.
Desi lives in Europe, and like Joanne, travels to Belgium to meet with her physician:
There are too many people with Lyme at the moment, it cannot only come from a tick bite anymore. Whole families are infected with Lyme. Including my family and my husband. I have Lyme. My husband never had a tick bite but had a positive test. He also has Lyme disease because of me. I think every practitioner has to tell their patients it’s sexually transmitted, there needs to be more information told about it.
According to Dr. Stricker and Ms. Middelveen, researchers of the 2014 study on Lyme as an STD, it was suggested over a decade ago already that Lyme disease could be sexually transmitted because the Lyme bacteria, called a spirochete, shows activity similar to the syphilis spirochete. Yet not until 2014 did research findings compellingly suggest this type of transmission may be possible in humans.
“It would certainly explain why the disease is so common,” Dr. Stricker stated in our phone interview. “This is a big game changer”, Stricker said. “It would mean we should no longer think of Lyme based on geographical high risk zones.”
Just this week, a woman diagnosed with genital ulceration was linked to Lyme disease for the first time. Based on a recently released abstract, it is now a possibility that women with Lyme are being misdiagnosed with genital herpes.
In our interview, Dr. Sticker said a more comprehensive study of sexual transmission of Lyme disease is currently underway. He is hopeful this will offer more conclusive results regarding how this epidemic is spreading at such a rapid rate.
Given all the uncertainties with Lyme, prevention is more important than ever. We know condoms will be the most effective way to protect against its spread as an STI. Drawing from what people living with Lyme have voiced, my personal opinion is that if there is any chance whatsoever that Lyme could be sexually transmitted — and the evidence is rapidly increasing — more people need to be made aware of this possibility.
Everyone has the right to choose how they protect themselves and their partners. This is not about inciting panic or stigma. It is about encouraging an up-to-date public discussion regarding Lyme. It’s about allowing people an informed choice. And finally, for safer sex educators, it’s about informing people on how they can enjoy sex and remain infection free, and for those who are infected, how to best protect their partners.
*Some names are changed, at patient request, to protect privacy.
_________
Want the best of The Good Men Project posts sent to you by email? Join our mailing list here.
- See more at: http://goodmenproject.com/featured-content/monogamous-std-doesnt-care-shesaid/#sthash.eLTfnIfc.dpuf

56
Prevenzione / Stupendi Fazzoletti per sesso orale.
« il: Ottobre 08, 2014, 03:57:46 am »
 La gentile Iolanda Marzaioli mi suggerisce:
" Potresti aggiungere questi stupendi fazzoletti x sesso orale al posto del preservativo tagliato artisticamente: http://www.amazon.co.uk/Pasante-Healthcare.../dp/B000XXRYFI

Pasante Healthcare MIXED FLAVOUR DAMS - 6 fun flavours for safe, hygienic...
AMAZON.CO.UK  "


Iolanda Marzaioli mi ha autorizzato a pubblicare il suo nome, in quanto questo consiglio di Prevenzione del rapporto orale è stato suggerito da lei.

57
Prevenzione / PRESERVATIVO FEMMINILE = FEMIDOM
« il: Ottobre 04, 2014, 08:09:50 pm »
PRESERVATIVO CHE INDOSSA SOLO LA DONNA
Da usarsi soprattutto quando il maschio calzando il preservativo , nel rapporto sessuale con la donna, perde di sensibilità al piacere sessuale.

Basta cercare FEMIDOM  su  google.it  : c'è scritto tutto + illustrazioni

58
Prevenzione / Blenorragia = Gonorrea = ( "scolo" linguaggio popolare)
« il: Ottobre 04, 2014, 06:14:16 pm »
Gonorrea= infezione batterica causata da "Naisseria Gonorrhoeae" = gonococco, gram negativo. - Clinica : nell'uomo una uretrite acuta anteriore, nella donna una cervicite (infezione cel canale cervicale del collo dell'utero. Nell'uomo si manifesta con un essudazione uretrale (=lo scolo), di tipo catarrale che diviene purulenta, con pus abbondante, di colorito giallo verdastro. Si associano dolore e bruciore.Se non trattata, l'uretrite anteriore, dopo circa 3 settimane diventa uretrite posteriore (=cioè risale l'uretra in direzione della prostata dove dà luogo prima a una prostatite acuta e poi a una prostatite cronica[non c'entra nulla il termine prostatite con ipertrofia prostatica fisiologica post 50-anni] + bruciori alla minzione, e dolore penieno lungo il canale uretrale. Alla visita medica specialistica la prostata risulterà dolente alla palpazione, e diffondendosi , il gonococco può provocare una infiammazione delle vescicole seminali, ghiandole adibite a produrre la parte liquida dello sperma [mentre le parte solida dello sperma = spermatozoi sono prodotti dai testicoli]. Evolvendo , se non ci si cura,si ha epidimite e il soggetto può diventare sterile. Più rara è nell'uomo la cowperite ossia l'interessamento delle ghiandole bulbo uretrali di Cowper. L'uretrite gonococcica porta spesso a restringimenti uretrali, con conseguenti disturbi della minzione. Tuttavia se si instaura la Terapia ciò non accade più. - Nella donna sede elettiva iniziale del gonococco è il canale cervicale e pertanto la sintomatologia sarà quella di una cervicite, con scolo di secrezione purulenta dal canale stesso direttamente in vagina, arrossamento ed erosioni della "portio", irritazione delle pareti vaginali, ed eventualmente delle mucose vulvari (piccole labbra).
Fra le complicazioni osservabili nel sesso femminile è comune la Bartolinite= infiammazione delle ghiandole del Bartolino, che diventano palpabili alla visita specialistica: l'evoluzione è suppurativa e può richiedere un'incisione chirurgica. Nella donna risalendo verso l'utero il gonococco può determinare una endometrite, con i sintomi di annessite, che, se bilaterale, porterà a sterilità.). Fine parte 1 della gonorrea. Il prossimo post si chiamerà "Parte 2" della gonorrea (continua)

59
Prevenzione / LINK della Prevenzione
« il: Settembre 29, 2014, 10:44:14 am »
Link Della Prevenzione , che usufruiscono dell'8x mille valdese (io Nick Prevenzione  MTS  + HIV sono membro di chiesa valdese)

www.primaepoi.it/safesex.htm

E  Mail    safesex@primaepoi.it


www.primaepoi.it/infodrugs.htm

E  Mail    infodrugs@primaepoi.it

60
Prevenzione / Tabella generale delle MTS (malattie a trasmissione sessuale)
« il: Settembre 26, 2014, 11:00:55 pm »
Blenorragia = Gonorrea = (in linguaggio popolare : "scolo" ) , causata dal gonococco che è un Batterio: produce uretrite purulenta, bartolinite, leucorrea,e artrite acuta.
Chlamydya e  Malattia di Nicolas - Favre: la prima produce uretrite, cervicite, bartolinite, proctite, congiuntivite, faringite, otite, e artrite acuta ; la seconda produce proctite.
Mycoplasma, suddiviso in Mycoplasma genitalium e Ureaplasma ureallyticum.: producono uretrite, cervicite, salpingite e sterilità maschile.
Ulcera Molle a livello dei genitali causata dall' Haemophilus ducrey.
Infezioni genitali femminili da Gardnerella Vaginalis: produce Leucorrea ="perdite bianche" e vaginiti dolorose.
Infezioni da Shigelle e da Salmonelle : soprattutto negli omosessuali di genere maschile.,perchè sindromi intestinali.Le Salmonelle possono dare il "tifo"(malattia).
Infezioni genitali da piogeni Gram + e Gram -  (Escherichia Coli); Proteus : producono Uretriti e Vulvo-vaginiti.

Fine Tabella  A  - 

Seguirà la successiva che chiamerò Tabella  B.

61
Prevenzione / SIFILIDE
« il: Settembre 23, 2014, 09:16:24 pm »
Una volta malattia gravissima, adesso, appena contratta guarisce completamente  e prontamente con iniezioni di penicillina, essendo causata da un Batterio chiamato "Ttreponema pallidum" che si riconosce subito in laboratorio dopo alcuni giorni dall'avvenuto contagio. Il contagio avviene per mezzo di un rapporto sessuale e la lesione "Primaria" si presenta in sede ano-genitale o sulla o nella bocca. Infezioni da bicchieri o da vater infetti NON esistono. Eccezionali (e discutibili) sono le infezioni da pipe, da asciugamani bagnati, da sigarette. La trasmissione del contagio avviene per semplice contatto con una "lesione sifilitica".
Ovviamente la sifilide non risparmia neppure i soggetti maschi e femmine omosessuali. Nella Repubblica Popolare Cinese non esiste più la Sifilide congenita, trasmessa cioè dalla madre al neonato/a. ASPETTI CLINICI. In assenza di terapia si distinguono tre periodi: 1) sifilide recente (periodo di incubazione (25 giorni in media): è in questo periodo che in assenza della prima comparsa di "lesioni" è già possibile la DIAGNOSI sierologica, mediante reazioni chimiche di laboratorio.
2) le manifestazioni classiche del "periodo secondario"(inizio a due mesi circa dal contagio e durata da 1 a 2 anni); 3) la sifilide sierologica recente (dal contagio fino al terzo anno di malattia)-II°Periodo : Sifilide latente: scompaiono le "lesioni " recenti e persiste solamente la positività sierologica. è da segnalare la crescente frequenza di sifilidi sierologiche totalmente asintomatiche. III° Periodo: Sifilide sintomatica tardiva = Fase Terziaria. Sopravviene dai 5 ai 20 anni dopo il contagio, con manifestazioni cutanee e / viscerali per lo più Cardio - Vascolari (Aorta Toracica) e /o Nervose-///Lo stesso soggetto può ammalare di sifilide più volte nella vita.//// Occorre sorvegliare medicalmente il paziente nei primi tre mesi dal contagio. Le reazioni DIAGNOSTICHE SIEROLOGICHE  sono la
Reazione di Wasserman, la VRDL, la TPHA. L'incubazione può essere eccezionalmente breve (da 7 a 10 giorni) in caso di "lesioni" preesistenti (herpes, balaniti al pene e vulviti(= malattie infiammatorie della vulva). (continua)

62
Prevenzione / Terapia dell'impotenza erettiva e dell' eiaculazione precoce.
« il: Settembre 20, 2014, 05:08:09 pm »
Abbandonando l'uso del Viagra (si sono scoperti casi di cecità o di sordità come effetti collaterali),
è meglio ricorrere al
Levitra 10 mg compresse , 1 compressa 20 minuti prima del rapporto se si è a digiuno, oppure 1 compressa  1 ora prima del rapporto se si mangia un pasto abbondante a base di cibi grassi. Bisogna notare che mentre il Viagra produce un'erezione comunque, il Levitra produce erezione soltanto dopo stimolazione erotica del pene da parte della partner (o del partner se si tratta di 2 maschi omosessuali). Quindi , dopo assunzione del Levitra 10 mg , se non c'è stimolazione erotica non compare erezione.

Nel caso dell'eiaculazione precoce, il Levitra permette al maschio di effettuare un replay nel rapporto sessuale.

SE non dovesse funzionare si passa alla dose massima di Levitra 20 mg  , una compressa.
Negli anziani è meglio iniziare ad abituare il corpo con Levitra compresse da 5 mg.( anche se il dosaggio è inadeguato per un rapporto penetrativo.)
Il Levitra viene venduto in farmacia solo dopo presentazione di ricetta medica. La confezione più piccola contiene 2 compresse.
Ad una certa età non bisogna assumere la compressa di Levitra  più di 2 volte la settimana.
Si consiglia di non effettuare acquisti di Levitra su internet per via che tali prodotti sono contraffatti e di rivolgersi esclusivamente ad un medico (anche generico) che prescriverà comunque la ricetta , perchè non sussistono mai obiezioni di coscienza per la terapia dell'insufficienza erettiva e/o dell'eiaculazione precoce.

63
Come evitare di rimanere incinta dopo un rapporto non protetto o rottura del profilattico.

Assumendo la "Pillola del  giorno dopo" = che si chiama "Norlevo" con ricetta medica che qualsiasi medico anche generico, non obiettore, può prescrivere.
Norlevo ,  2  compresse  750 mcg,   contraccettivo d'emergenza da usare entro 72 ore da un rapporto sessuale non protetto o in caso di mancato funzionamento
di un sistema anticoncezionale, assumendo 2 compresse in una singola somministrazione. Le 2 compresse vanno assunte entro 12 ore dal rapporto sessuale non protetto e non oltre 72 ore = 3 giorni

NB Considerando che se siete sfortunate e trovate i medici obiettori, si rifiuteranno di prescriverla, è prudente cercarsi un medico non obiettore e acquistare una confezione di due compresse di "Norlevo" e tenerla in casa , a scopo preventivo. (Chiaramente in un Pronto Soccorso non sperate di trovarla perchè il Norlevo è considerato "tecnicamente" un aborto precocissimo.)
***Consultate anche il post "Contraccezione" : a quanto pare ci sono importanti novità e consigli sul Norlevo su come procurarsele (le 2 Compresse di Norlevo).

AGGIORNAMENTO ALL'  11 MARZO 2016 :

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2016-03-03&atto.codiceRedazionale=16A01582&elenco30giorni=true

Cioè se avete compiuto 18 anni , la Ricetta di Norlevo e ripetibile, e quindi una sola ricetta la potete usare più volte;
viceversa se non avete ancora compiuto 18 anni, ci vuole sempre una nuova ricetta per l'acquisto in farmacia della "Pillola del giorno dopo": Norlevo.
Mi correggo, secondo la Gazzetta della Rebubblica Italiana, se avete compiuto 18 anni, per l'acquisto della Pillola del Giorno dopo in Farmacia,
Non occorre più nessuna ricetta medica.  Bello No  ?
PREVENZIONE  MTS +  HIV
Sandro Prada








64
Prevenzione / Vie di Trasmissione del Virus Hiv
« il: Agosto 05, 2014, 03:07:32 pm »
Vie di trasmissione del Virus HIV:
a) sperma(nelle vie sessuali, nella cavità anale, inghiottendolo nel rapporto orale , negli occhi )
b) secreto vaginale( leccandolo nei rapporti orali oppure a contatto col pene)
c ) sangue (scambio di siringhe comune nei tossicodipendenti, + ogni contatto del sangue infetto con ferite aperte, + calpestare una siringa infetta bucandosi)
d) mucose (quelle delle labbra e della lingua a contatto con i genitali del partner, dello sperma, e del secreto vaginale )+le mucose anali + gli occhi colpiti da sperma)

* invece la masturbazione reciproca non è a rischio (se si evita di toccarsi gli occhi) e (se si evita di infilarsi le dita, non lavate, in bocca).
* le lacrime non trasmettono il Virus Hiv
* la saliva non trasmettte il virus (bacio profondo non è a rischio) ; però un sieropositivo con carie dentarie  non curate o denti rotti può infettare la saliva.
* bere nel medesimo bicchiere dove ha bevuto un sieropositivo non infetta di HIV . ma può infettare di epatite B.( contro la quale è obbligo vaccinarsi presso Istituto di Igiene ).

Pagine: [1]